American ExpressApple PayBonifico bancarioContantiAssegnoCirrusMaestroMastercardPayPalSatispayVisaVisa Electron
Armi e balistica
Cultura generale

Armi e balistica

Gli strumenti di difesa personale

Redatto il:

La normativa italiana è ricca di disposizioni e direttive, in costante aggiornamento, in merito al possesso di strumenti di difesa. Il settore delle armi e della balistica è molto ampio, ogni campo ha le sue regole e il suo ordinamento che disciplina al meglio le modalità di utilizzo di dispositivi in grado di generare colpi fatali. In generale la legge stabilisce che per poter usufruire di tali mezzi sono necessarie delle determinate licenze o autorizzazioni concesse, secondo un iter ben preciso, da parte della Polizia. Le richieste devono essere effettuate da tutti i privati cittadini che intendono acquistare un'arma per il porto, il trasporto o la detenzione, ma anche da operatori professionali che, ad esempio, le costruiscono o le vendono o le trasportano.

Una panoramica sul mondo della armi

Sulle armi e la balistica i manuali e le nozioni da imparare sono tante, ma per capire al meglio di cosa si tratta è bene studiare come vengono suddivisi, in base all'ordinamento giuridico, questi pericolosi ed efficaci sistemi di difesa. La prima distinzione da fare è quella tra le armi proprie e improprie, in quest'ultimo caso si fa riferimento a tutti quegli oggetti che non nascono con lo scopo di uccidere o fare del male, ma che possono rivelarsi dannosi, come un vaso che cade sulla testa di una persona o un pezzo di vetro che può far sanguinare o un coltello affilato. Nel mondo delle armi quelle proprie, invece, sono tutte quelle costruite con l'intento di offendere una persona. Tra le più comuni ci sono i dispositivi da fuoco, che sono uno strumento termo balistico la cui funzione si basa sull'energia cinetica, cioè del movimento, dei gas che si espandono a seguito di uno scoppio o di un lancio.

armi e balistica

Una classificazione delle armi

Quando ci si occupa di mezzi attraverso cui difendere il proprio corpo, il proprio territorio, il proprio Stato la scelta di acquisto apre un campo molto vasto di opzioni. La classificazione delle armi può essere fatta in base a vari parametri come la misura della canna. Le armi lunghe hanno un'estensione che varia da 300 mm a 600 mm, invece, tutte le corte sono quelle che hanno una lunghezza inferiore. Tali strumentazioni si possono suddividere anche per la modalità della ripetizione dello sparo, per il loro impiego o  per i meccanismi di caricamento. Quelle che si definiscono per il loro funzionamento si dicono ordinarie, semiautomatiche o automatiche. Queste ultime non hanno bisogno di essere caricate tra un lancio e l'altro, sono caratterizzate da uno scoppio contino. Le seconde necessitano di una nuova pressione sul grilletto per ripartire. Nel primo caso, invece, si parla di armi manuali, che vanno ricaricate di volta in volta prima di sparare.

Il calibro delle armi

Discutere di armi e balistica significa conoscere le caratteristiche e i componenti di una pistola, di un fucile, di una rivoltella e di tutti i mezzi in grado di aumentare le possibilità fisiche di un individuo per offenderne un altro. Gli elementi principali sono la canna, la parte interna, che fa partire i proiettili e ne indica la direzione, il calcio utilizzato per l'impugnatura o che si appoggia sulla spalla del tiratore, il caricatore che contiene le cartucce, il grilletto che fa scattare l'arma e l'otturatore, fondamentale per chiudere la camera da scoppio. Questi pezzi sono importanti, in particolare, per definire il calibro delle armi ovvero il diametro interno della canna liscia espresso in millimetri e misurato tra i pieni della rigatura. Si tratta di numeri diventati convenzionali e che indicano anche il tipo di proiettile che occorre per determinate dimensioni.

La balistica: la traiettoria del proiettile

Nel momento in cui viene espulsa una munizione da un'arma questa acquista una velocità iniziale che continua per inerzia fino a quando vari fattori esterni influiscono sulla traiettoria del proiettile. La balistica studia il moto della cartuccia e tutti quei fenomeni che agiscono sul suo percorso. Questa è una disciplina emersa nel Cinquecento con lo sviluppo della polvere da sparo e le relative armi che diedero inizio a quella che fu definita la "scienza della guerra". Tale materia ha varie branche: c'è la balistica interna, che si occupa di cosa accade alla pallottola all'interno del dispositivo quando parte la carica, c'è quella esterna, che analizza lo svolgimento del dopo, quando il colpo è stato lanciato e quella terminale, cioè lo studio della reazione di un corpo nel momento in cui è stato colpito.

armi e balistica

Il calcolatore balistico

Un importante settore di questa scienza è la balistica forense. È uno strumento fondamentale durante le indagini di un processo per ricostruire le dinamiche esatte di un delitto o di un avvenimento in cui un'arma da fuoco offende un individuo. Le nuove tecnologie e i software sempre più sofisticati consentono, attraverso un calcolatore balistico, di definire la traiettoria esatta fatta dal proiettile e il modo in cui ha impattato. Molti di questi strumenti si trovano facilmente online o si scaricano come programmi per essere utilizzati soprattutto dai cacciatori che vogliono programmare al meglio il tiro perfetto per raggiungere le loro prede. Nel mondo delle armi e della balistica, a volte basta inserire dei semplici dati come il tipo di mezzo utilizzato, la cartuccia e le condizioni meteorologiche per ottenere la simulazione di un possibile ed efficace colpo.

Le riviste sulle armi: quali leggere

Gli appassionati del settore hanno a disposizione molti mezzi di informazione attraverso cui apprendere notizie e tenersi aggiornati sulle ultime novità. Tra le riviste sulle armi c'è il mensile "Armi e tiro" con contenuti sempre attuali sui nuovi strumenti e le nuove tecniche, dove sono presenti articoli in cui si mettono a confronto vari dispositivi e le loro munizioni, con interessanti reportage sul mondo della caccia. Per chi ama la storia "La vetrina delle armi usate e antiche" è adatto a chi vuole diventare un esperto di questo campo. Armi e balistica dà informazioni dettagliate anche sugli eventi, le prove di tiro e come vengono fatte le ricostruzioni di alcuni avvenimenti che coinvolgono armi da fuoco. Infine, tra i più noti giornali c'è "Armi Magazine" interessante sguardo sugli ultimi trend, l'abbigliamento più comodo e gli accessori nel mondo degli amatori di questa disciplina.

armi e balistica

Commenti

    Lascia un tuo commento