American ExpressApple PayBonifico bancarioContantiAssegnoCirrusMaestroMastercardPayPalSatispayVisaVisa Electron
Arselle o telline
Agroalimentare

Arselle o telline

Pesca alle telline: la normativa

Redatto il:
Ultima modifica:

Il mare ci offre numerosi regali con cui allietare le nostre tavole. Dai pesci più grandi e sostanziosi ai mitili, piccoli e gustosi, la scelta è davvero ampia per la preparazione di appetitosi piatti a base di pesce. Le donax trunculus, meglio note con il nome di arselle o telline, sono un tipo molto comune di vongole che si trovano nel Mar Mediterraneo, nel Mar Nero e nell’Oceano Atlantico orientale. La pesca di questo mollusco è molto diffusa, poiché è particolarmente apprezzato per la sua dolcezza e la versatilità che offre in cucina. Molti i dilettanti che, armati di un rastrello fai da te, pattugliano i bassi fondali delle spiagge. Ma attenzione alla pesca alle telline: la normativa prevede che nei periodi di fermo biologico, nonostante l’abbondanza di questo prodotto, anche queste specie non possano essere pescate, con conseguenti multe elevate per i trasgressori, anche se principianti o amatoriali.

Come cucinare le telline

Protagoniste di antipasti e primi piatti, le arselle sono davvero apprezzate dagli amanti della buona cucina, soprattutto sulle bruschette e come condimento degli spaghetti. Ma come cucinare le telline? Il primo passo è effettuarne un’accurata pulizia. La strategia migliore è lasciarle a bagno in acqua e sale per circa due ore, in modo che spurghino autonomamente la sabbia che potrebbero contenere. Dopo un abbondante risciacquo si possono cucinare in tante varianti, ma per assaporarne al meglio le caratteristiche l’essenzialità è la chiave di volta: soffocatele in padella con un po’ di aglio, olio e prezzemolo. In alternativa è possibile consumarle anche crude o con un leggero sugo a base di pomodoro fresco.

Pasta con telline

Come ogni altro mollusco bivalve, questa vongola triangolare e appiattita è ricca di vitamina A, potassio, fosforo e proteine a fronte di un apporto di grassi estremamente ridotto. Per questo è il condimento perfetto per primi piatti estivi, leggeri e appetitosi. Una pasta con le telline è in grado di regalare una serata improvvisata con gli amici all’insegna di un buon bicchiere di vino bianco e del sapore del mare. Senza pretese, ma con tanto gusto. Prepararla è semplicissimo: dopo averle lavate, si lasciano aprire in un tegame in cui si è precedentemente fatto imbiondire uno spicchio d’aglio nell’olio. Sono sufficienti cinque minuti, al termine dei quali aggiungere la pasta e lasciarla insaporire, per poi condirla con una spolverata di prezzemolo tritato e un pizzico di peperoncino.

Fregola con arselle

Le telline sono le protagoniste di un famosissimo piatto tipico della cucina sarda, a base di un particolare formato di pasta locale: ci stiamo riferendo alla fregola con arselle. Si tratta di una pasta di grano duro a forma di piccole palline, lavorata a mano e perfetta per zuppe e minestre. L’abbinamento con le arselle è ottimo come primo piatto o piatto unico della stagione fredda, poiché si tratta di una minestra. Per prepararla è sufficiente far schiudere le vongole in un soffritto di aglio e olio, sgusciarle tenendo da parte il liquido di cottura filtrato. Nel frattempo far riscaldare per qualche minuto la passata di pomodoro in olio e aglio. Far cuocere la fregola nel pomodoro aggiungendo l’acqua filtrata delle vongole. Verso il termine della cottura aggiungere le vongole sgusciate. Condire con il prezzemolo tritato e servire ben calda.

 

Potrebbe interessarti anche:

Cozze pelose

Tonno pinne gialle

Commenti

    Lascia un tuo commento