American ExpressApple PayBonifico bancarioContantiAssegnoCirrusMaestroMastercardPayPalSatispayVisaVisa Electron
Barceloneta cosa vedere?
Viaggi e turismo

Barceloneta cosa vedere?

le tappe consigliate passeggiando nel barrio

Redatto il:
Ultima modifica:

Barceloneta l’identità

Barceloneta cosa vedere? Antico quartiere del XVIII secolo popolato da pescatori e marinai per la sua vicinanza al mare, “la Napoli della Barcellona” oggi è uno dei quartieri più frizzanti della città e costituisce, insieme al Gotico, al Raval e al Born la Ciutat Vella. La via più facile per raggiungerlo è la metropolitana gialla L4 fino alla fermata Barceloneta. Chi invece preferisce raggiungerla a piedi può partire dal Born e proseguire verso il mare, attraversando Ronda Litoral oppure iniziare il suo itinerario dalla Statua di Colombo, costeggiando il Port Vell. Entrambi i percorsi sbucano in passeig de Joan de Borbo, che porta al lungomare.

Il barrio di Barceloneta ha conservato l’atmosfera di un tempo nonostante oggi sia ricco di bei ristorantini, negozi e piccoli bar. La sua vera bellezza si coglie passeggiando nelle sue vie, con i tipici balconi con i vestiti stesi al sole, le donne sedute fuori dalle loro abitazioni, i pescatori intenti a pulire le reti, le vecchie cantine e i ristoranti dove è servito il pesce portato dai pescatori.

Barceloneta ieri e oggi

Barceloneta cosa vedere se cercate arte e architettura? Passeggiando nel quartiere, avrete modo di apprezzare la bellissima chiesa barocca di Sant Miquel del Port in Plaça de la Barceloneta, punto di riferimento per secoli di marinai e pescatori. Ma anche gli amanti dell’architettura contemporanea non resteranno delusi: nel Port Olimpic, alla base del grande grattacielo degli Hotel Arts, spicca il Pesce dorato di Frank O. Gehry, il luccicante pesce bronzeo senza testa di pietra, acciaio e vetro di 35 per 54 metri, progettato in occasione delle Olimpiadi del 1992 e visibile da diverse spiagge. Altra scultura da non perdere è la Stella ferita dell’artista tedesca Rebecca Horn, lungo la spiaggia di Barceloneta in Platja de San Sebastià, conosciuta da molti come “Los Cubos” (i cubi) perché è formata da quattro cubi di vetro e ferro che raggiungono i 10 metri d’altezza e che sembrano impilati su un equilibrio instabile. La scultura è illuminata al suo interno e questo la rende particolarmente suggestiva di notte.

Barceloneta e la storia

Gli appassionati di storia saranno felici di poter visitare il Museu D’historia De Catalunya, situato vicino alla fermata metro di Barceloneta. La mostra permanente sulla storia catalana permette di ripercorrerne le tappe, dalla preistoria ai tempi di oggi, con un ampio repertorio di documenti, video e spazi interattivi.

Chi ama andare per mercati non si farà mancare l’atmosfera popolare del Mercat De La Barceloneta, in Plaça Poeta Bosca.

Barceloneta la spiaggia

Meta d’obbligo per chi visita il quartiere è il lungomare della Barceloneta con la sua spiaggia, la più grande di Barcellona e una delle più animate della città, sia di giorno che di notte.

Se in passato era un luogo degradato caratterizzato da vecchi moli e fabbriche in disuso, con le Olimpiadi del 1992 ha vissuto un importante processo di riqualificazione che gli ha ridato nuova vita rendendo la sua spiaggia una delle attrazioni principali della città.

Potrebbe interessarti anche: Destinazioni vacanza studio

 

Commenti

    Lascia un tuo commento