American ExpressApple PayBonifico bancarioContantiAssegnoCirrusMaestroMastercardPayPalSatispayVisaVisa Electron
Biscia d'acqua
Animali

Biscia d'acqua

Come riconoscere un serpente innocuo

Redatto il:

La biscia d'acqua, detta “natrice dal collare”- natrix natrix - è un serpente del tutto inoffensivo ed è il più diffuso in Italia. Ha una lunghezza compresa tra gli 80 ed i 120 centimetri, la testa larga e arrotondata, con narici laterali. Sul dorso è di colore verde o grigio brillante con macchie nere fino alla coda. La zona ventrale è di colore grigio o giallastro. Proprio dietro la testa ha una fascia gialla bordata da macchie nere, a cui deve il soprannome “natrice dal collare”. Frequenta i luoghi umidi come fontane, laghetti, paludi, ma non è legata strettamente alla presenza dell’acqua e si trova un po’ ovunque. Si ciba di rane, rospi, raganelle, tritoni e salamandre, piccoli pesci, lucertole, e mammiferi piccolissimi come topiragno e arvicole. In acqua si muove con grande eleganza ed efficacia ed anche sul terreno è molto veloce. Non ha armi di difesa proprie e per sviare gli aggressori si finge morto, mostrando il ventre indifeso, spalanca la bocca lasciando pendere di lato la lingua e rilascia dalla cloaca un liquido dall’odore nauseabondo. Se costretta allo scontro fisico si difende usando la parte anteriore del corpo come una mazza. In autunno si ritira in tane riparate dove trascorre l’inverno per ricomparire in primavera, dopo il gelo. La riproduzione avviene in aprile-maggio e le uova sono deposte nel mese di giugno, 30-40 in una sola volta. In base alla temperatura estiva intercorrono da 6 a 8 settimane fra la deposizione delle uova e la schiusa. La biscia d’acqua Natrix è specie protetta, in declino per la progressiva distruzione degli habitat naturali.

La natrice tassellata, Natrix tessellata è un’altra biscia d’acqua molto più rara e più grande, lunga oltre 150 centimetri, capace di avanzare e fronteggiare il pericolo tenendo il primo terzo del corpo sollevato, proprio come i cobra. Vive in ambienti paludosi da cui si allontana anche più di un chilometro per cacciare.

Come distinguere una biscia da una vipera

Non è semplice distinguere le vipere dalle bisce e dagli altri serpenti innocui, soprattutto in situazione di panico. La prima cosa da fare è prendere le distanze dal rettile e rimanere immobili, in silenzio e osservarlo:

  • i serpenti innocui hanno pupilla rotonda, le vipere ellittica e verticale
  • la testa dei serpenti innocui non si stacca dal resto del corpo come succede per le vipere che hanno un restringimento prima del capo a forma di cuneo
  • la coda non mostra strozzature, ma tutto il corpo dei serpenti innocui è affusolato
  • durante la posizione di riposo, quella arrotolata, i serpenti innocui tengono la testa al centro o sul terreno, le vipere tengono il capo alzato sempre pronto a scattare in avanti
  • i serpenti innocui si allontanano facendosi sentire, mentre, le vipere scivolano via facendo pochissimo rumore
  • i serpenti innocui possono raggiungere dimensioni anche considerevoli, intorno ai due metri, le vipere hanno una lunghezza inferiore al metro.

 

Potrebbe interessarti anche leggere:

Morso vipera

Commenti

    Lascia un tuo commento