American ExpressApple PayBonifico bancarioContantiAssegnoCirrusMaestroMastercardPayPalSatispayVisaVisa Electron
Come calcolare la busta paga
Casa e tempo libero

Come calcolare la busta paga

Le principali voci che compongono il cedolino paga

Redatto il:
Ultima modifica:

Calcolare la busta paga è un’operazione complessa, generalmente eseguita da un commercialista con l’ausilio di appositi software professionali. È possibile calcolarne autonomamente alcune voci, sia a mano che con programmi online, tenendo conto degli elementi fissi come la paga base e gli scatti di anzianità, e di quelli variabili: indennità, assegni familiari, superminimo, ore di lavoro straordinario e altro.

Software per il calcolo della busta paga online

Il cedolino è l’insieme di tutti gli elementi che vanno a comporre la retribuzione di un lavoratore in un determinato arco temporale, generalmente un mese. Il suo calcolo manuale può essere molto difficile, soprattutto se non si è esperti in materia, per questo sono stati creati numerosi software online (anche gratuiti) che permettono di calcolare la busta paga. In base allo stipendio annuo lordo e ad alcuni dati del dipendente, è possibile ottenere lo stipendio al netto di trattenute e imposte.
Un ottimo tool per il calcolo online è quello offerto da Global Laboratory: inserendo tipologia e giorni di durata del rapporto di lavoro, retribuzione lorda, contributi obbligatori, detrazioni, si ottiene il reddito imponibile, l’imposta e, infine, il netto in busta. Esistono altri software a utilizzo gratuito per calcolare imposta netta busta paga.

Ottenere lo stipendio netto partendo dal lordo

A partire dalla retribuzione lorda è possibile determinare il netto mensile. Di seguito alcuni passaggi utili per il suo calcolo:

  • il reddito imponibile si ottiene sottraendo dalla retribuzione lorda tutti i contributi INPS a carico del dipendente;
  • l’imposta lorda è l’Irpef sommata all’addizionale Irpef regionale più quella comunale;
  • le detrazioni sono costituite dalla somma di quelle da lavoro dipendente più eventuali per carichi di famiglia;
  • togliendo le detrazioni dall’imposta lorda, si ottiene l’imposta netta;
  • infine, la retribuzione netta è il reddito imponibile, meno l’imposta netta, più l’eventuale bonus Renzi.

Per maggiori informazioni relative alla composizione della busta paga, leggi anche questo articolo: Come leggere la busta paga

Commenti

    Lascia un tuo commento