American ExpressApple PayBonifico bancarioContantiAssegnoCirrusMaestroMastercardPayPalSatispayVisaVisa Electron
Come conservare la cipolla
Casa e tempo libero

Come conservare la cipolla

Luce, caldo e umidità: i peggiori nemici delle cipolle

Redatto il:
Ultima modifica:

Ecco alcuni trucchi per conservare la cipolla: l’ideale è tenerla in cantina o in dispensa, a una temperatura non superiore ai 10 gradi, preferibilmente all’interno di un sacchetto di carta, una scatola di cartone o un cesto in vimini, coperta con fogli di giornale. Se aperta, la cipolla si mantiene solo pochi giorni in frigorifero (nel cassetto frutta/verdura), quindi è consigliato affettarla e congelarla.

Le cipolle sono tra gli ortaggi che necessitano di maggiori accorgimenti per la corretta conservazione. Se la temperatura non è adatta, se tenute alla luce, se lasciate in un ambiente umido, possono germogliare o perdere consistenza e sapore. Per la conservazione delle cipolle è bene quindi seguire alcune strategie per conservare la cipolla al meglio e poterla utilizzare anche a lunga distanza dal suo acquisto o dal momento della raccolta dal proprio orto.

Cipolle intere

La cipolla intera non germoglierà, e si manterrà correttamente, se conservata a temperature comprese tra i 4°C e i 10°C, in un ambiente buio. Il luogo ideale è quindi una cantina, che non deve però essere umida, o una dispensa. Un consiglio: riponete le cipolle in un cestino di vimini, oppure in una scatola in cartone, o ancora in un sacchetto di carta (quelli per il pane, ad esempio), e copritele con alcuni fogli di giornale. Meglio non usare sacchi di stoffa o plastica, che faciliterebbero la formazione di umidità.

Cipolle già aperte

Avete aperto una cipolla ma non l’avete utilizzata tutta? La parte rimanente può essere conservata per qualche giorno (2-3 al massimo) in frigorifero, all’interno del cassetto destinato a frutta e verdura, coprendola accuratamente con la pellicola trasparente. Perderà comunque parte del suo aroma, oltre a diventare molle più rapidamente (l’umidità e il freddo del frigo trasformano in zucchero gli amidi della cipolla). La soluzione migliore rimane quella di affettare anche la parte di cipolla non utilizzata, e di congelarla in freezer in modo da poterne usufruire facilmente in futuro.

Cipolle raccolte dall’orto

Se raccogliete le cipolle dal vostro orto (o se vi sono state date delle cipolle fresche), dovete farle seccare prima di poterle riporre. Il metodo migliore è quello di disporle, lontane l’una dall’altra, su fogli di giornale e lasciarle in un locale aerato ma non alla luce diretta del sole. Controllatele spesso in modo da assicurarvi che non si formi umidità (che le farebbe marcire). In seguito, procedete con la loro conservazione come spiegato sopra.

Per altri suggerimenti sulla corretta conservazione degli alimenti e per cucinare senza sprechi, leggi anche questo articolo.

Commenti

    Lascia un tuo commento