American ExpressApple PayBonifico bancarioContantiAssegnoCirrusMaestroMastercardPayPalSatispayVisaVisa Electron
Come fare il cambio di stagione negli armadi
Casa e tempo libero

Come fare il cambio di stagione negli armadi

Scegliete quali indumenti tenere e quali buttare o regalare

Redatto il:
Ultima modifica:

Per fare il cambio di stagione negli armadi, come prima cosa dobbiamo svuotarli completamente appoggiando tutti i capi sul letto. Scegliamo quali vestiti buttare o regalare. Ripieghiamo e riponiamo in scatole, sacchi o valigie quelli che abbiamo deciso di tenere, segnando su ogni contenitore cosa abbiamo messo all’interno. Puliamo accuratamente l’intero armadio: ora è pronto per accogliere gli indumenti della nuova stagione. Quest’ultima fase sarà molto rapida se abbiamo fatto un buon lavoro nel cambio precedente.

Il cambio di stagione negli armadi può coinvolgere non solamente tutti i capi di abbigliamento, ma anche scarpe e borse, la biancheria intima, i pigiami, i costumi da bagno o gli accessori invernali (giacche, cappotti, cappelli, guanti, sciarpe), la biancheria da letto. Altri oggetti invece vengono usati tutto l’anno e, quindi, possono rimanere sempre nell’armadio.

Organizzarsi per il cambio stagione

Procuratevi scatole, valigie oppure sacchi, anche a seconda dello spazio dove andrete a riporre le cose fino alla stagione successiva. Preparate anche dei post-it, oppure delle etichette, e un pennarello per segnare cosa contiene ogni scatola. Prendete detersivi e stracci per pulire accuratamente l’armadio. Considerate di dedicare almeno una giornata all’intero lavoro di cambio stagione. Di solito viene fatto due volte all’anno: la prima verso marzo/aprile (da freddo a caldo) e l’altra a settembre/ottobre (da caldo a freddo), leggermente variabili a seconda del luogo di appartenenza. Generalmente per il primo cambio c’è bisogno di scatole e sacchetti più grandi, in quanto i capi invernali sono più ingombranti di quelli estivi.

Gestire i capi da riporre fino alla stagione successiva

Svuotate completamente il guardaroba, posando man mano gli abiti sul letto. Poi, straccio e detersivo alla mano, date una bella pulita all’armadio, coinvolgendo sia l’esterno che l’interno (ripiani, ante, cassetti e altro). Ora guardate (ed eventualmente provate) uno per uno i capi appena tirati fuori e decidete se li userete ancora, se invece vanno buttati perché usurati, o ancora se sono in buone condizioni ma non li volete più utilizzare (potreste quindi regalarli a familiari e conoscenti, oppure donarli). Divideteli in ceste diverse. Se avete dubbi, rivolgetevi alcune semplici domande: mi piace? Mi veste bene? Quante volte l’ho usato negli ultimi mesi? È ancora di moda? Ha valore economico o affettivo? È rovinato?

Scopri le regole del decluttering: come liberarsi delle cose inutili in casa

Quando avete terminato la selezione dei capi, piegate con cura quelli da tenere. Riponeteli, divisi per tipo/genere, nei contenitori precedentemente preparati e segnate cos’avete messo in ogni scatola. In questo modo li riconoscerete più facilmente quando ne avrete bisogno. Una volta finita questa operazione, posizionate tutti i contenitori appena riempiti nella parte alta dell’armadio, cabina, soppalco, sgabuzzino o nel contenitore del letto (se ne disponete).

Sistemate nell’armadio i capi per la nuova stagione

Se durante il cambio di stagione precedente avete fatto un lavoro accurato, quest’ultima fase sarà davvero molto veloce. Se invece non avete ancora selezionato i capi da tenere e quelli da buttare o regalare, questo è il momento per farlo.

Ora sistemate nell’armadio o nella cabina tutto quello che è rimasto, con cura e precisione, cercando il più possibile di dividere gli indumenti per tipologia, tessuto, lunghezza e, se possibile, anche per colore. Date un’occhiata a ogni abito: controllate che siano rimasti ben stirati, altrimenti sistemateli adesso.

Commenti

    Lascia un tuo commento