American ExpressApple PayBonifico bancarioContantiAssegnoCirrusMaestroMastercardPayPalSatispayVisaVisa Electron
Come fare un trasloco da soli? I nostri consigli
Casa e tempo libero

Come fare un trasloco da soli? I nostri consigli

Alcuni utili suggerimenti per rendere i giorni del trasloco meno stressanti e più organizzati.

Redatto il:
Ultima modifica:

Se hai trovato una nuova casa o una nuova stanza in cui andare a vivere e stai organizzando il trasloco, probabilmente sei consapevole che saranno giorni stressanti. Se, poi, ti occuperai di tutto da solo, ne hai la certezza assoluta.

Abbiamo allora pensato di stilare una lista di consigli perché durante le giornate dedicate al trasloco e alla sua preparazione tutto fili liscio.

Quale furgone scegliere

Benché affidarsi a una compagnia specializzata voglia dire avere qualcuno che si occupi dei compiti fisicamente più faticosi, scegliere il servizio di noleggio furgoni e gestire autonomamente il proprio trasloco significa avere la massima flessibilità a prezzi più economici.  Per riuscire a gestire il trasloco nel migliore dei modi e per non spendere più del necessario, però, è importante noleggiare il furgone giusto, delle dimensioni corrette in base alle proprie necessità.

  • Verifica che per il furgone che hai scelto sia sufficiente la patente B (che è valida fino ai camion medi con massa complessiva inferiore alle 3,5 tonnellate);
  • Valuta in anticipo sia quante cose devi effettivamente trasportare, sia se preferisci completare il trasloco in un’unica giornata, oppure prendertela più con calma spalmando le operazioni su più giorni. Se non hai molte scatole o se hai intenzione di gestire lo sgombero in due o tre giorni, infatti, potresti pensare di noleggiare un furgone più piccolo (per esempio un Fiat Talento o un Fiat Ducato). È invece meglio optare per un camion di medie dimensioni (come l’Iveco Daily) se hai bisogno di uno spazio di carico più ampio per caricare, per esempio, anche elementi d’arredamento oltre a scatoloni. Fa’ attenzione, però, perché nel caso dei camion medi hai sì la possibilità di usufruire di un portabagagli più spazioso (con una lunghezza fino a 4300 mm contro i 2537 mm del furgone Fiat), ma hai anche a disposizione un carico utile inferiore (820 kg per l’Iveco Daily senza sponda idraulica contro i 1105 kg del Fiat Talento, per esempio. Questo è dovuto al limite di massa totale del mezzo che è pari a 3500 kg).

Valuta con attenzione se desideri portare davvero tutto nella nuova casa

Un riordino come si deve, da capo a fondo, controllando che tutto ciò che si possiede sia ancora intatto e correttamente funzionante, dovrebbe essere effettuato ogni tanto. Ma prima di fare un trasloco diventa essenziale, poiché è l’occasione ideale per valutare se si vuole davvero tenere tutto quello che c’è in casa (o meglio: se si vuole portare tutto nella casa nuova), oppure se ci sono cose che possono essere donate o buttate.

Non è sempre facile liberarsi di oggetti o vestiti, non importa quanto vecchi o inutilizzati siano, tuttavia fidati: quando dovrai risistemare tutto nella tua nuova abitazione, sarai contento di avere un paio di scatoloni in meno – e anche il tuo portafogli ringrazierà.

Inizia a smontare i mobili in anticipo

Inizia a preparare gli scatoloni nelle stanze o spazi della casa che usi di meno – per esempio il garage o la camera per gli ospiti. E se porti nella nuova anche i mobili, nelle stanze in cui puoi, inizia a smontarli in anticipo. Il nostro consiglio è di ridurre l’arredamento delle stanze al minimo indispensabile nel corso della settimana precedente al trasloco.

Se hai modo, poi, spostati a dormire in soggiorno gli ultimi giorni, in modo da avere già il letto smontato quando avrai fretta di caricarlo sul furgone.

Prepara una borsa con beni e oggetti di prima necessità

Non appena arriverai nella casa nuova avrai talmente tante cose da fare e scatoloni da spacchettare che non avrai né il tempo né la pazienza di metterti a cercare la tazza per la colazione. Agisci d’anticipo, allora: metti in una borsa il necessario per la colazione del mattino seguente, dei panni per pulire, dei sacchetti dell’immondizia, dei fazzoletti e della carta igienica, il caricatore del telefono, del detersivo per superfici e delle pastiglie contro il mal di testa – ne avrai bisogno! Così avrai queste cose essenziali a portata di mano.

Metti delle etichette sugli scatoloni

Scrivere a grandi linee il contenuto di ogni scatolone ti richiede pochissimi minuti in fase di preparazione al trasloco, ma ti farà risparmiare anche ore quando, invece, dovrai spacchettare tutto e non ti ricorderai dove hai messo cosa. Inizia con l’annotare la stanza della casa in cui va ogni scatolone, poi aggiungi informazioni anche sommarie su cosa c’è all’interno. Puoi utilizzare un pennarello direttamente sul cartone o pensare a delle pratiche etichette: qualunque soluzione tu scelga, ti sarà di grande aiuto anche mentre caricherai il furgone, poiché individuerai immediatamente le scatole con dentro oggetti fragili.

Scatta foto

Se, per quanto riguarda l’arredamento di alcune stanze, porti con te tutti i mobili e gli elettrodomestici e hai intenzione di sistemarli nello stesso modo anche nella nuova casa, fai delle fotografie. Non importa quanti anni tu abbia vissuto in un’abitazione, quante sere tu abbia passato a guardare la tua TV sul tuo divano nel tuo salotto, inspiegabilmente dimenticherai alcuni dettagli. Fotografando la sistemazione che sai già di voler ricreare, risparmierai tempo e frustrazione.

Questo suggerimento, poi, è particolarmente utile nel caso di cavi e collegamenti di dispositivi elettronici: in pochi minuti ogni apparecchio tornerà a funzionare senza doversi mettere le mani nei capelli di fronte a fili di ogni colore.

Ora che sai come organizzare al meglio un trasloco fai da te, non ti resta che comprare gli scatoloni, metterti vestiti comodi e metterti al lavoro.

Commenti

    Lascia un tuo commento