American ExpressApple PayBonifico bancarioContantiAssegnoCirrusMaestroMastercardPayPalSatispayVisaVisa Electron
Come progettare un bagno senza piastrelle
Casa e tempo libero

Come progettare un bagno senza piastrelle

Rivestimento bagno con Microtopping

Redatto il:
Ultima modifica:

Progettare un bagno senza piastrelle? È possibile con il Microtopping, un composto di polimero liquido e miscela cementizia che garantisce un rivestimento di soli 3 mm, esteticamente simile alla resina e in grado di rivestire qualsiasi superficie preesistente.

In questo modo è possibile ristrutturare completamente il bagno – box doccia e vasca da bagno comprese – senza rimuovere le vecchie piastrelle e senza interventi più onerosi e complessi.

Microtopping: il microcemento per docce e bagni senza piastrelle

Questo microcemento è indicato per tutti gli ambienti ma soprattutto per un bagno in fase di rifacimento perché è veloce da applicare, rende la superficie omogenea (senza fughe e fessure) per cui estremamente facile da pulire: è sufficiente un panno inumidito con acqua con l’aggiunta di poco detersivo neutro e non schiumoso. Inoltre non permette il passaggio di umidità, infatti, è ideale per lavandini, doccia e vasca da bagno.

Una doccia rivestita in Microtopping – ad esempio – diventa un ambiente accogliente e sempre pulito, poiché la sporcizia si elimina con una sola passata di spugna e l’umidità non ristagna con il rischio di creare muffe.

Applicazione del Microtopping

Il Microtopping è un prodotto artigianale, rapido da applicare e semplice da maneggiare. Nonostante queste caratteristiche si consiglia di affidarsi sempre a un applicatore qualificato poiché i materiali che compongono il Microtopping vengono miscelati a mano prima di ogni applicazione in modo da garantire un prodotto di alta qualità.

L’applicazione avviene trattando le superfici di supporto esistente in modo differenti a seconda del materiale (sabbia-cemento, ceramica, calcestruzzo e resina autolivellante).

Preparazione del supporto

  • Levigatura della superficie esistente
  • Riparazione eventuali crepe, buche e concavità
  • Applicazione Epoxy Coat o Barriera-cem on base al tipo e alle condizioni del supporto
  • Pulizia della superficie

Applicazione sistema Microtopping

  • N°2 mano di base di Microtopping Base Coat (al termine di ciascuna mano, fare asciugare, carteggiare la superficie e rimuovere la polvere)
  • Applicazione Microtopping Finish Coat (fare asciugare, carteggiare e rimuovere la polvere)
  • Applicazione resina protettiva in funzione al luogo di applicazione e alla frequenza di passaggio (intervento da eseguire alcuni giorni dopo l’applicazione)

L’effetto finale è personalizzabile nei colori, nelle finiture e nelle sfumature. Inoltre, Microtopping può essere posato anche dove presente un impianto di riscaldamento a pavimento.

Commenti

    Lascia un tuo commento