American ExpressApple PayBonifico bancarioContantiAssegnoCirrusMaestroMastercardPayPalSatispayVisaVisa Electron
Come riciclare vestiti vecchi
Casa e tempo libero

Come riciclare vestiti vecchi

Una nuova vita per i nostri abiti

Redatto il:
Ultima modifica:

È capitato a tutti di ritrovarsi nell’armadio mucchi di vestiti ormai passati di moda. Separarsene, però, non sempre è facile, perché ogni abito, ogni maglione, ogni capo del nostro guardaroba, è legato a un ricordo o a un momento particolare della nostra vita. E allora scopriamo insieme come riciclare vestiti vecchi. Alcuni abiti, magari, sono soltanto scoloriti: basta un giro in lavatrice con una tinta nuova, magari di origine vegetale, per riciclare il nostro vestito e continuare a indossarlo. Se gli abiti sono invece troppo vecchi, non ci entrano più oppure, al contrario, sono troppo larghi, possono diventare materia prima per la creazione di oggetti e accessori. Un vecchio paio di jeans, ad esempio, può diventare una borsa, un tessuto elasticizzato può trasformarsi in una fascia per capelli, da un vecchio maglione si può ricavare una sciarpa.

Riciclo abiti usati

Le operazioni di riciclo degli abiti usati richiedono una buona dose di fantasia e di manualità: solo così si potranno realizzare oggetti di ogni tipo. Delle magliette o dei pantaloni sgargianti possono essere usati per realizzare delle toppe con cui personalizzare i pantaloni dei vostri bambini, di solito sempre un po’ consumati sulle ginocchia. Per la felicità dei più piccoli, inoltre, si possono creare degli animali di pezza simpatici e colorati. Quando Halloween o Carnevale si avvicinano, non c’è niente di meglio di un costume fai da te realizzato riciclando capi di abbigliamento che non usiamo più. Se volete ancora qualche idea su come riciclare vestiti vecchi, pensate che con vecchie t-shirt e delle grucce in metallo è possibile realizzare una cuccia fai da te per interni: il vostro amico a quattro zampe vi ringrazierà.

Riciclo abbigliamento

I più creativi potranno effettuare il riciclo abbigliamento per abbellire la propria casa: con dei vecchi maglioni si possono realizzare dei rivestimenti per le sedie, oppure delle originali federe per cuscini. Anche realizzare una coperta patchwork con vecchie stoffe può essere un’ottima idea. Con lembi di stoffa si possono realizzare orecchini fai da te, sottopentole, sottobicchieri. Da vecchi vestiti, inoltre, si possono ricavare nuovi vestiti: con le camicie, ad esempio, si possono realizzare gonne o grembiuli da cucina, un abito lungo può essere accorciato. Se il colore dei nostri vecchi jeans non ci piace, inoltre, possiamo sempre scolorirli con candeggina e pietra pomice, rendendoli attuali e di tendenza.

Vestiti usati

Se non avete la pazienza e la capacità per mettere in pratica i consigli su come riciclare vestiti vecchi, potete donare i vostri vestiti usati ancora utilizzabili. Nelle città ci sono sempre i cassonetti gialli in cui conferire i vestiti che non indossiamo più. È molto importante, però, donare abiti in buono stato, senza fori o strappi che li renderebbero inutilizzabili. Magari c’è quel vestito ancora nuovo, ma che non mettete più da tempo. Vi serve davvero? Lo indossereste di nuovo? Se la risposta è no, donare il vostro abito sarà un gesto di altruismo che potrà rendere felice un’altra persona. Spesso, infatti, maglioni o cappotti che non usiamo più, possono scaldare chi più ne ha bisogno. Vale la pena togliere i vestiti usati dagli armadi e regalarli ad associazioni o a Onlus che sapranno sicuramente farne un ottimo uso.

Potrebbe interessarti anche:

Come liberarsi delle cose inutili in casa

Come fare il cambio di stagione negli armadi

Come riciclare bottiglie plastica

Commenti

    Lascia un tuo commento