American ExpressApple PayBonifico bancarioContantiAssegnoCirrusMaestroMastercardPayPalSatispayVisaVisa Electron
Come sta cambiando il mercato delle case a Torino: due eventi storici nel 2018
Economia e finanza

Come sta cambiando il mercato delle case a Torino: due eventi storici nel 2018

Cosa c'è da sapere per comprare casa a Torino

Redatto il:
Ultima modifica:

Il mercato immobiliare di Torino nel 2018 è più vivo che mai: ecco due eventi storici che hanno catalizzato l’attenzione sulle case a Torino da tutto il mondo e che, indirettamente, potrebbe spingere il mercato immobiliare torinese.

Casa comprata con i bitcoin: il notaio di Torino che ha gestito la compravendita spiega come è avvenuta

Il 2018 si è aperto con una novità per il mattone: a gennaio c’è stato il primo acquisto immobiliare a Torino pagato interamente con bitcoin. Questo è senza dubbio l’anno del boom delle cripto monete. A voler pagare casa a Torino, caso unico nella storia per il momento, è stato un acquirente cinese. In molti incuriositi si sono chiesti come è stato possibile e quali sono le garanzie per il venditore. Il notaio di Torino che ha seguito la compravendita ha spiegato che la risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 72/E del 02 settembre 2016 ha riconosciuto i bitcoin come valuta straniera utilizzabile anche in un atto notarile autorizzando di fatto l’acquisto di casa, a Torino come nel resto d’Italia, in bitcoin. Agi Remo Morone, titolare dell’omonimo studio notarile di Torino fondato dal nonno nel 1910 ha accolto con favore la proposta: “l’idea mi è piaciuta subito, non vedo perché dovremmo ostacolare una tecnologia che avanza”.

Precisiamo che in ogni caso l’atto di compravendita immobiliare dovrà sempre fare riferimento ad un controvalore in valuta tradizionale, predeterminato ad una certa data. Trattandosi di una novità ci sono dei nodi da sciogliere, in particolare la tassazione da applicare alle plusvalenze derivanti dall’investimento in Bitcoin e la difficoltà di riconoscimento del mutuo casa.

Ronaldo compra casa a Torino: quale spinta per il mercato immobiliare? 

Il secondo evento a Torino nel 2018, in ordine temporale, di cui ci occupiamo è l’arrivo di Ronaldo alla Juventus. Il campione portoghese ha firmato il contratto con la squadra bianco nera. Dove andrà a vivere Ronaldo a Torino? La scelta del calciatore ha acceso i riflettori su alcuni quartieri più eleganti di Torino facendo indirettamente pubblicità al mercato immobiliare e alle più belle ville in vendita a Torino.

Pare che Ronaldo sia in trattativa per una villa doppia che si erge lungo corso Alberto Picco: pur essendo in collina dista poche centinaia di metri in linea d’aria dal centro. Nascosta dalla vegetazione. In lizza c’è anche la casa in cui viveva Alex Del Piero. Certo, si intuisce, non è facile trovare una casa a Torino che risponda a tutte le richieste del campione portoghese. Difficile sperare di potersi ritrovare Ronaldo come vicino di casa se si vive a Torino perché la villa dovrà garantire massimo privacy. Qual è secondo voi torinesi la zona più adatta ad ospitare il nuovo acquisto bianco nero?

Commenti

    Lascia un tuo commento