American ExpressApple PayBonifico bancarioContantiAssegnoCirrusMaestroMastercardPayPalSatispayVisaVisa Electron
Costiera Amalfitana: cosa vedere
Viaggi e turismo

Costiera Amalfitana: cosa vedere

Visitare la Costiera Amalfitana

Redatto il:
Ultima modifica:

Il lembo di costa che si estende ad ovest di Salerno è conosciuto e apprezzato in tutto il mondo per la ricchezza di insenature naturali, per i colori e i profumi della sua terra, per i prodotti tipici che regala. Visitare la Costiera Amalfitana è d’obbligo per tutti coloro che si trovano, anche solo di passaggio, ad attraversare la Campania, a recarsi a Napoli o a Salerno, magari anche facendo una tappa durante il viaggio in auto verso la Calabria. Anche se le bellezze da scoprire sono numerose, può essere sufficiente anche un solo giorno per un assaggio fugace di questa terra ricca di fascino. Armati di forza d’animo e voglia di scoperta, “mordiamo” la Costiera Amalfitana. Cosa vedere di davvero imperdibile? Ecco alcuni consigli.

I paesi della Costiera Amalfitana

Nella Costa d’Amalfi sono racchiusi diversi comuni della provincia salernitana, tutti ricchi di tradizioni, gente ospitale e prodotti enogastronomici eccellenti. Senza dimenticare la particolarità del territorio, abbarbicato sulle scogliere a strapiombo sul mare, in grado di regalare scenografie naturali che conquistano al primo sguardo. Ma vediamo nel dettaglio quali sono i paesi della Costiera Amalfitana più affascinanti.

Amalfi

Storica Repubblica Marinara, si narra che fu fondata addirittura da Ercole, figlio di Giove, che si innamorò di una donna di nome Amalfi, dagli occhi azzurri come il mare. Alla sua precoce morte, la seppellì in questa città affinché potesse riposare nell’eterno abbraccio delle onde del mare. Città cuore di quest’area, offre numerose attrazioni turistiche, tra cui splendidi hotel in cui soggiornare, come Miramalfi o il Sant’Orsola.

Atrani

Nonostante la sua ridotta superficie, è di un fascino autentico e verace, poco toccato dal turismo, tipico dei piccoli borghi di pescatori. Da visitare la Chiesa di San Salvatore, specialmente durante lo spettacolo che offre al tramonto, quando cambia colore.

Cetara

Anch’esso piccolo borgo marinaro, fondato dai pescatori etruschi di tonno, offre lo spettacolo della pesca con le tonnare, tutt’oggi praticata. Questo attaccamento alla tradizione si manifesta anche nella cucina, che si propone ai turisti nei piccoli ristoranti del centro.

Conca dei Marini

Di natura più prettamente turistica e meta di molti vip, tra cui Agnelli, Moet ed Chandon e Sofia Loren. È una destinazione da toccare nel viaggio lungo la costiera.

Furore

A differenza del suo nome, è una cittadina dall’animo timido, che sorge quasi nascosta. Il suo bellissimo fiordo è celata agli occhi dei visitatori, a meno che non siate disposti a una bella scarpinata di cui, però, non vi pentirete.

Maiori

Ospita la spiaggia più bella della Costiera Amalfitana, la più bianca e lunga, dalla caratteristica forma a ventaglio, come la sua città. Inoltre offre percorsi naturalistici, eno-gastronomici, religiosi e per il trekking.

Minori

Qui si trova la più alta produzione di agrumi del luogo, grazie all’elevata fertilità del terreno. Il suo clima mite la rende una meta ideale per una vacanza in ogni stagione.

Positano

Incastonata sui monti, dona un mosaico di case color pastello e vicoli che si dipanano tra gli edifici, quasi a farla sembrare un presepe. Lunghe passeggiate e numerose spiagge la completano.

Praiano

Le sue strade che, improvvisamente, diventano scale la rendono un paese unico, destinato ai più intrepidi. Caratterizzata da altarini ed edicole votive, culmina nella facciata bianca della Chiesa di San Luca Evangelista.

Ravello

Legata ad Amalfi dalle sue vicissitudini storiche, è la città degli artisti, nata sul vallone che divide il Reginna dal Dragine, rifugio dei ribelli che nell’anno Mille si opposero ad Doge.

Scala

A 400 m di altezza, è la più antica della Costiera Amalfitana. Era il baluardo difensivo dell’intera costa.

Tramonti

Alle pendici dei Monti Lattari, è caratterizzata da boschi e terrazzamenti su cui si coltivano limoni, ulivi e viti, attraversati da sorgenti d’acqua, che offrono scorci paesaggistici sorprendenti.

Vietri sul Mare

La prima a dare il benvenuto in costiera, è nota per la sua ceramica, prodotta all’interno delle numerose botteghe artigiane del luogo.

Costiera Amalfitana: itinerari

Per vivere a pieno il golfo di Sorrento ci sono alcuni imperdibili tour che il turista attento non può mancare, per non perdere nulla di questa splendida terra. Partiamo alla scoperta della Costiera Amalfitana con gli itinerari che seguono:

  • Sentiero degli dei: un’escursione attraverso un sentiero naturalistico che corre lungo la costa per 7 km, offrendo una passeggiata dal panorama mozzafiato, in un susseguirsi di grotte, pinete e scorci della costa
  • Gite in barca: alcune delle insenatura naturali più spettacolari non sono raggiungibili dalla terraferma. Dunque è indispensabile effettuare qualche gita in barca per poterne visitare alcune
  • Festival di Ravello: ogni anno la città della Musica ospita un concerto, noto in tutto il mondo, nello scenario di Villa Rufolo
  • La Terrazza dell’Infinito: uno tra i luoghi più suggestivi del mondo, i giardini di Villa Cimbrone, aperti tutto l’anno, offrono una veduta senza pari da un balcone naturale, decorato da busti in marmo, in cui si scorge l’intera costiera
  • Punta Campanella: un promontorio da cui si può ammirare il Golfo di Napoli e quello di Sorrento che si baciano, e sullo sfondo l’isola di Capri. Luogo ideale per immersioni indimenticabili, grazie all’acqua cristallina.
  • Valle delle Ferriere: un’oasi naturalistica a cui si accede da Atrani attraversando il Dragone, spuntando poi nella riserva. Una vegetazione tropicale, cascate e sorgenti caratterizzano il paesaggio, popolato da piante rare e numerosi anfibi.

Le spiagge della Costiera Amalfitana

E per finire il mare. Ecco un elenco delle più belle spiagge della Costiera Amalfitana:

  • Marina Grande di Positano: mondana e attrezzata
  • Marina Grande di Amalfi: ampia e accogliente, è la più grande della costa e, quindi, la più frequentata
  • Marina di Vietri: è una delle poche in cui troverete sabbia. È raggiungibile in auto e adatta alle famiglie e ai più “comodoni”.
  • Spiaggia di Cauco: la più bella di Erchie, tra Torre Cerniola e Torre del Tummolo. L’acqua limpida è avvolta dalle pareti a picco, con un lembo di spiaggia raggiungibile solo dal mare.
  • Fiordo di Furore: è perfetta per i dormiglioni, poiché è baciata dal sole solo nelle ore pomeridiane. È caratteristica e isolata, raggiungibile via mare o attraverso ripide scalinate.
  • Cavallo Morto o Cala Bellavaia: forse la più bella, incorniciata dalla scogliera a picco, è una piccola lingua di sabbia bianca, lambita da un mare blu intenso. Perfetta per lo snorkeling.

Le spiagge nascoste della Costiera Amalfitana

  • Gavitella: una delle piccole spiagge nascoste, si trova a Praiano. È lunga appena 30 metri ed è costituita da ciottoli. Raggiunta solo da ripide scalinate, prende il sole durante l’arco dell’intera giornata e offre una meravigliosa vista su Positano, Li Galli e Capri.
  • Duoglio: anch’essa piccolo gioiello nascosto, rientra nel comune di Amalfi; è accessibile superando i 400 gradini della sua scalinata. In compenso qui troverete il mare più limpido dell’intera Costiera Amalfitana, avvolto nella quiete e nella bellezza.
  • Castiglione: la marina di Ravello offre una spiaggia sabbiosa di appena 100 metri, circondata dalla scogliera. Per accedervi si devono affrontare 186 gradini dopo aver lasciato l’auto a Ravello (ed essere scesi per il sentiero panoramico) o ad Atrani.

Potrebbe interessarti anche:

Street food da provare al Vomero

Pizza senza glutine a Napoli: dove mangiarla

Commenti

    Lascia un tuo commento