American ExpressApple PayBonifico bancarioContantiAssegnoCirrusMaestroMastercardPayPalSatispayVisaVisa Electron
Le Dolomiti più belle
Viaggi e turismo

Le Dolomiti più belle

Dolomiti: Patrimonio Unesco

Redatto il:
Ultima modifica:

I “monti pallidi” sono stati riconosciuti Patrimonio UNESCO nel 2009 grazie alla loro sinuosa bellezza e alla singolarità del loro paesaggio, che comprende caratteristiche geologiche e morfologiche uniche al mondo. Le Dolomiti più belle comprendono un’area di 231 mila ettari situata tra le province di Trento, Belluno, Bolzano, Udine e Pordenone. I gruppi montuosi che ne fanno parte si estendono dalle Dolomiti del Brenta al Catinaccio e al Latemar, e dalle Dolomiti di Sesto, le Pale di San martino, la Marmolada, Pelmo e Croda da Lago, fino alle Dolomiti Friulane, a est. Il marchio Dolomiti Patrimonio Unesco ha fatto accrescere la notorietà di questi luoghi in tutto il mondo; valli e pinnacoli incantati, in cui l’accoglienza, la gastronomia ed i servizi dedicati al turismo sono apprezzati in ogni stagione dell’anno a livello internazionale.

Le località più belle delle Dolomiti

Il paesaggio magnifico offerto da queste montagne è costituito da pareti di roccia, ghiacciai, guglie altissime e vette che sfiorano i 3000 metri; uno scenario plasmato da secoli di intemperie e dalla cultura di diverse società, tra cui quella italiana, quella tedesca e l’autoctona ladina. Le località più belle delle Dolomiti in cui trascorrere vacanze estive ed invernali sono numerose, ma quali sono quelle da non perdere per nulla al mondo?

Cortina d’Ampezzo

Si trova a 1.224 metri di altitudine, tra i massicci di Tofane, del Monte Cristallo e del Sorapis. Particolarmente frequentata in inverno, ospita eventi sportivi internazionali come la Coppa del Mondo, quella di sci e il Polo sulla Neve. Dove alloggiare a Cortina d’Ampezzo? Suggeriamo il Grand Hotel Miramonti Majestic o il Grand Hotel Savoia.

Alta Badia

Un comprensorio sciistico che offre 130 km di piste e dal quale si accede alle quattro valli del Gruppo Sella (Val Gardena, Alpe di Siusi, Arabba-Marmolada, Val di Fassa) e ai suoi 500 km di piste da sci.

Val Gardena

Racchiusa dalle vette di Sassolungo, Sciliar, Cir e Sella, ha le piste più lunghe delle intere Dolomiti e offre gli skitour più divertenti. Dove dormire? Ortisei è un paese ospitale e ben attrezzato, ma più riservato, dove potrete scegliere di soggiornare nelle tipiche stube di montagna come Stua Catores, o in piccolo residence dotati di tutti i comfort, come Gran Tubla.

Val di Fassa-Carezza

Offre le piste più impegnative adagiate alle pendici del massiccio del Catenaccio, in un’atmosfera magica. Qui si trova la famosa Canazei, in cui potete soggiornare nell’Hotel Pordoi.

Marmolada

La cima più alta e l’unico ghiacciaio del gruppo. Ai suoi piedi si trova un Rocca Pietore, una gola di due chilometri tra Malga Ciapela e Sottoguda considerata un canyon naturale unico nel suo genere.

Alta Pusteria

Ampie vallate sovrastate dalle Tre Cime di Lavaredo, definite la più grande meridiana naturale, dove le vette segnano le ore comprese tra le nove e l’una. Comprende ben sette zone in cui sciare e ben ventisette impianti di risalita.

Val di Fiemme

Dal fascino unico, è qui che le Dolomiti si sono conquistate l’appellativo di “montagne rosa”, grazie al riflesso che la pietra rossa del Latemar e del Rosegarten donano alla catena. Qui la vegetazione è fitta e caratteristica, tanto da essere protetta dal Parco naturale Paneveggio-Pale di San Martino, nel quale si trova la famosa foresta di abete rosso.

San Martino di Castrozza-Passo Rolle

Il paese sorge a 1450 metri di altezza, alle pendici delle Pale di San Martino, le vette dolomitiche alla base di numerose leggende del luogo. Da questa elegante cittadina si accede alle piste di Carosello delle Malghe e di Colverde e agli anelli da fondo di Prà delle Nasse. Qui potete scegliere di dormire al Paladin, piccola perla a gestione familiare.

Valle Isarco

Meta ideale per una vacanza all’insegna della buona tavola, che si può gustare nelle tante stube che sorgono proprio a bordo delle numerose piste da sci dei comprensori di Plose-Bressanone, Gitschberg-Maranza e Jochtal-Valles.

Trevalli

Moena Luisa, San Pellegrino e Falcade, da cui ammirare lo spettacolo offerto dalla natura

Civetta

Il comprensorio sciistico entrato nelle élite del Dolomiti Superski situato tra Pelmo e Civetta, con un paesaggio mozzafiato che alterna piccoli paesi arroccati alle imponenti vette, intervallate da valli e boschi.

Potrebbe interessarti anche:

Cos’è il nordic walking

Superare i propri limiti con l'arrampicata sportiva

Commenti

    Lascia un tuo commento