American ExpressApple PayBonifico bancarioContantiAssegnoCirrusMaestroMastercardPayPalSatispayVisaVisa Electron
Come fischiare con le dita
Casa e tempo libero

Come fischiare con le dita

Imparare a fischiare con le dita

Redatto il:
Ultima modifica:

Da sempre associato al mondo pastorale e alla mascolinità, grazie a Audrey Hepburn, che con estrema eleganza chiamava in questo modo un taxi newyorkese, fischiare con le dita è diventato il simbolo della modernità, o meglio di una nuova femminilità. È forse questo il momento in cui, nella cinematografia americana, nasce la figura delle donna moderna, indipendente e un po’ maschiaccio, ma sempre con grazia. E così questo gesto cessa di essere appannaggio di un mondo rurale e maschile. Vi è venuta voglia di imparare a fischiare con le dita? Vediamo come.

Come fischiare con le dita

Le tecniche e le modalità per fischiare utilizzando le dita e la bocca sono diverse. È possibile fischiare posizionando le dita ad anello, utilizzandone solo due o addirittura con due mani. Ma come fischiare con le dita per produrre un fischio sonoro e deciso? Prima di tutto partiamo dalla posizione delle mani, per poi scoprire la tecnica per fischiare. Essenzialmente le dita possono essere posizionate in tre modi diversi:

  • Utilizzando due dita di entrambe le mani: tenere indice e medio ben dritti e attaccati; con il pollice tenere bloccate le altre due dita; girare le mani verso il volto con i pollici in basso, portando le punte dei medi a toccarsi formando una A
  • Utilizzando i mignoli: questa tecnica è più semplice e utilizza solo i due mignoli ben tesi, tenendo le altre dita abbassate. Le due dita devono sempre essere portate alla bocca unite a formare una A
  • Con le dita ad anello: in questo caso si utilizza una sola mano, unendo medio e pollice ad anello, quasi a formare il simbolo dell’ok.

Una volta capito come posizionare le mani, passiamo alle labbra. È essenziale che siano inumidite e tirate indietro a coprire i denti. Ora non resta che lavorare sulla posizione della lingua. Per emettere un fischio forte e chiaro le dita – indipendentemente da quali vorrete usare - vanno posizionate sotto la lingua e la lingua va arrotolata su se stessa, in modo che le prime nocche raggiungano le labbra. In questa posizione è essenziale chiudere bene le labbra, in modo che non ci sia spazio libero attorno alle dita, tranne che per il foro che si crea al centro. Adesso basta soffiare, senza eccedere, in modo leggero.

Fischiare forte senza dita

Tranquilli, nessuno riesce al primo colpo. È necessario esercitarsi molto per fischiare con le dita. Ogni tentativo avvicina alla meta, provando di volta in volta a cambiare la posizione della lingua e delle dita, fino ad emettere il tanto atteso suono. Se proprio non riuscite nell’intento, potete sempre provare a fischiare forte senza dita.

Come fischiare senza dita

Come fare? Il segreto è sempre racchiuso nella posizione delle labbra e della lingua. Potete scegliere due modalità. Lasciar aderire il labbro superiore/inferiore all’arcata dentaria superiore o a quella inferiore, mentre l’altro labbro coprirà l’altra arcata. La lingua si porta dietro il labbro, piatta e leggermente distanziata dai denti, spingendola contro di esso. L’apertura della bocca deve essere una fessura. Così, soffiando forte, si emetterà un fischio acuto.