American ExpressApple PayBonifico bancarioContantiAssegnoCirrusMaestroMastercardPayPalSatispayVisaVisa Electron
Funivia dei ghiacciai
Viaggi e turismo

Funivia dei ghiacciai

La cabinovia del Monte Bianco di nuova concezione

Redatto il:
Ultima modifica:

La vetta più alta delle Alpi merita di essere scoperta da vicino. Dal 2015 è possibile in modo ancora più confortevole grazie a un impianto di risalita di nuova concezione: la funivia dei ghiacciai. Realizzata sul versante italiano del Monte Bianco, vi si accede dalla Valle d’Aosta, proprio ai piedi del maestoso massiccio. Dall’aspetto moderno e molto elegante, questa cabinovia sul Monte Bianco offre una panoramica completa della catena montuosa e della vallata ai suoi piedi immersi nel massimo del comfort. Il solo aumento di dieci auro rispetto al prezzo della precedente struttura vale davvero l’esperienza che permette di vivere.

A Courmayeur in funivia

La funivia dei ghiacciai collega il versante italiano a quello francese valicando proprio il monte più alto dell’arco alpino, offrendo una vista che lascia davvero a bocca aperta. Da Courmayeur la funivia approda a Chamonix passando per due stazioni: quella del Rifugio Pavillon e quella di Helbronner. La precedente tappa al Rifugio Torino è stata eliminata, ma è comunque raggiungibile a piedi in pochi minuti, partendo dall’ultima stazione. Il viaggio è davvero piacevole grazie alle nuove cabine: sferiche e dotate di impianto di riscaldamento, possono ospitare fino a sessanta persone, offrendo una visuale completa sulle bellezze che si incontrano durante il tragitto, possibile grazie alle ampie vetrate e alla rotazione di 360 gradi che effettuano ad ogni fermata.

In telecabina sul Monte Bianco

La risalita verso Chamonix è costellata di paesaggi che riempiono gli occhi e allargano il cuore. All’inizio del percorso si incontra subito, sulla sinistra, l’Aguille Noire de Peuterey, seguito da Punta Iolanda, Castelnuovo e Casati de Les Dames Anglaises, visibili sulla destra. Proseguendo all’interno della telecabina il Monte Bianco appare in tutta la sua maestosità sulla destra. Per osservarlo in tutto il suo fulgido splendore, l’ultima tappa, quella di Punta Helbronner, offre una terrazza panoramica a circa 3500 metri di altezza. Il viaggio verso questo gigante innevato procede a una velocità di circa 32 chilometri orari, durante i quali scattare fotografie panoramiche attraverso i vetri continui, perfettamente trasparenti, senza graffi né condensa, intrattenuti dagli impianti multimediali di cui è dotata – tv, schermi e wi-fi.

Traversata del Monte Bianco in funivia: i prezzi

Visitare il picco più alto d’Europa vale davvero la pena, soprattutto attraverso un sistema teleferico così innovativo e funzionale, perfetto anche per i più sedentari. Quello che vi starete chiedendo tutti ora è: questa traversata del Monte Bianco in funivia che prezzi ha? Si parte dal parcheggio situato al suo ingresso, che si trova e Entrevès, nei pressi del Traforo. Qui la sosta, gratuita per la prima mezz’ora, costa un solo euro per parcheggiare l’auto da una a quattro ore e cinque euro da cinque a dodici ore. Il viaggio di andata e ritorno per una persona costa 40 euro, un prezzo del tutto ragionevole se si considerano le enormi migliorie apportate rispetto al vecchio impianto, che costava ben 30 euro.

Potrebbe interessarti anche:

Cos’è il nordic walking

Parco Nazionale della Majella

Commenti

    Lascia un tuo commento