American ExpressApple PayBonifico bancarioContantiAssegnoCirrusMaestroMastercardPayPalSatispayVisaVisa Electron
Ginnastica pelvica
Sport

Ginnastica pelvica

Esercizi per allenare il pavimento pelvico

Redatto il:
Ultima modifica:

La ginnastica pelvica serve per allenare il pavimento pelvico attraverso alcuni semplici esercizi. Ogni donna dovrebbe eseguirli (non solo in fasi particolari della vita come la gravidanza e la menopausa) in quanto aiutano a prevenire o risolvere alcuni disturbi come l’incontinenza urinaria da sforzo, l’anorgasmia e il prolasso uterino. In molti casi l’allenamento dei muscoli pelvici può essere d’aiuto anche all’uomo, per esempio quando è affetto da disfunzione erettile, eiaculazione precoce o iperplasia prostatica benigna.

Gli esercizi di Kegel

Gli esercizi di Kegel sono talmente discreti che possono essere eseguiti ovunque e in qualsiasi momento, senza che le altre persone se ne accorgano. Possiamo farli stando seduti, in piedi o sdraiati, a letto, al lavoro oppure in auto. Consistono in semplici movimenti controllati dei muscoli del pavimento pelvico. In poche settimane sarà possibile osservare i primi miglioramenti e in qualche mese si otterranno risultati concreti, da mantenere continuando con l’esercitazione quotidiana.

Come prima cosa è necessario svuotare completamente la vescica, per evitare possibili complicazioni successive.

Se non sapete identificare i muscoli in questione, è possibile riconoscerli semplicemente interrompendo per alcuni secondi il flusso di urina durante la minzione (attenzione a non ripetere spesso questa operazione): i muscoli che si attivano sono esattamente quelli del pavimento pelvico, o pubococcigei.

Una volta identificati, contraeteli per 5 secondi e rilasciateli lentamente per altri 5 secondi. Ripetete questa serie per 10 volte. Si suggerisce di eseguire questo esercizio 2-3 volte durante la giornata. Una volta acquisita la tecnica, è consigliato aumentare il tempo di contrazione (che deve essere sempre pari a quello di rilascio), fino ad arrivare a 10 secondi.

Durante l’esecuzione degli esercizi di Kegel continuate a respirare normalmente (cercate di non trattenere il respiro). Concentratevi sul contrarre unicamente i muscoli pelvici, lasciando rilassati addominali, cosce, glutei, schiena.

A cosa serve la ginnastica intima

Questi esercizi sono fortemente consigliati nel caso di incontinenza urinaria da sforzo in quanto aiutano a rafforzare i muscoli del pavimento pelvico ma anche quelli della vescica, riducendo in questo modo le perdite urinarie incontrollate.

Sono indicati anche per le donne che hanno avuto un parto naturale per riacquisire il tono dei muscoli vaginali, così come per coloro che sono in gravidanza al fine di preparare il pavimento pelvico al parto.

La ginnastica di Kegel è molto utile anche per aumentare il piacere sessuale, permettendo un raggiungimento facilitato dell’orgasmo e amplificando la sensibilità.

 

Possono interessarti anche i seguenti articoli:

Mal di schiena: quale sport praticare?

Corsi di yoga

Massaggio endodermico

Total body: cos’è

Come allenarsi in trenta minuti

Commenti

    Lascia un tuo commento