American ExpressApple PayBonifico bancarioContantiAssegnoCirrusMaestroMastercardPayPalSatispayVisaVisa Electron
Imparare il kung fu
Sport

Imparare il kung fu

Disciplina e costanza

Redatto il:
Ultima modifica:

Il kung fu è un’arte marziale di origine cinese. In molti desiderano imparare il kung fu, perché si tratta di una disciplina molto completa, in grado non solo di migliorare le capacità di autodifesa di chi la pratica, ma di rafforzare considerevolmente anche il corpo e lo spirito. Il kung fu è un percorso da seguire con costanza, scegliendo un maestro che conosca a fondo lo stile e che sappia trasmetterne la filosofia. Per imparare il kung fu occorrono tempo, dedizione e pazienza ma, con impegno e con un buon maestro, i primi risultati possono iniziare a vedersi anche dopo circa sei mesi. L’importante è scegliere la palestra giusta e un maestro davvero competente.

Arti marziali e kung fu

Il Kung fu si può considerare come l’insieme delle Arti Marziali Tradizionali Cinesi. Questa disciplina può essere simboleggiata da una scala con tanti gradini. Per superare ciascuno dei gradini occorrono la pratica quotidiana e la guida di un buon maestro. Il kung fu va compreso in maniera profonda, con il corpo, con il cuore e con la mente. Comprenderlo con il corpo significa praticare gli esercizi con assiduità. Comprenderlo con il cuore significa amare il kung fu. Comprenderlo con la mente, infine, vuol dire capire fino in fondo il significato dei movimenti. Un buon maestro saprà aiutare gli allievi a salire i gradini della scala e a diventare a loro volta bravi maestri. Solo così si può imparare il kung fu.

Mosse di kung fu

Per imparare le mosse di kung fu bisogna conoscere le posizioni fondamentali di questa arte marziale. Le posizioni servono a garantire al corpo stabilità ed equilibrio. Senza posizioni, quindi, qualunque tecnica perde totalmente di efficacia. L’insieme delle posizioni degli arti inferiori è detto Pu Fa. L’insieme delle posizioni fondamentali di tutto il corpo è detto Kung Chia. “Kung” significa eseguito con abilità, “Chia”, invece, significa intelaiatura. Ed è proprio a una corretta intelaiatura del corpo – propedeutica all’esecuzione di movimenti corretti - che si riferiscono queste posizioni, i cui nomi possono essere simbolici, figurativi o descrittivi.

Difesa personale

Utilizzare il kung fu come mezzo di difesa personale significa conoscere la disciplina molto a fondo. Imparare il kung fu, infatti, significa studiare le forme dello stile ed eseguire tecniche assumendo posizioni tradizionali. Queste posizioni potenziano sicuramente la muscolatura, donano scioltezza e conferiscono la capacità di sostenere la fatica. Nel caso di un’aggressione, però, la postura cambia rispetto alle posizioni tradizionali. Per la difesa personale bisogna quindi tener presente la differenza di contesto, la velocità in cui può svolgersi l’azione e l’imprevedibilità delle dinamiche. Il kung fu consente comunque di rendere stabile la posizione di guardia e di fortificare i muscoli. In caso di aggressione, le tecniche del kung fu, ampie ed eleganti, non possono essere applicate, ma possono essere sicuramente sfruttati i principi che sono alla base delle tecniche stesse.

Potrebbe interessarti anche:

Come imparare il windsurf

Commenti

    Lascia un tuo commento