American ExpressApple PayBonifico bancarioContantiAssegnoCirrusMaestroMastercardPayPalSatispayVisaVisa Electron
La dieta DASH
Cura e benessere della persona

La dieta DASH

La dieta per contrastare l’ipertensione e dimagrire in modo equilibrato

Redatto il:
Ultima modifica:

La dieta DASH punta al miglioramento generale dell’organismo, alla riduzione del grasso in eccesso e alla prevenzione dell’ipertensione e di tutte le patologie relative il sistema cardio-vascolare.

Si tratta di un regime alimentare molto flessibile, sostenibile e adatto a tutta la famiglia che prevede il basso consumo di sali e grassi saturi e l’aumento di verdure e cereali. Questa combinazione consente di perdere peso (fino a 4kg) già dopo un mese dall’inizio di questa dieta.

Cos’è la dieta DASH

DASH è l’acronimo di Dietary Approach To Stop Hypertension ed è stata studiata dal National Heart, Lungs and Blood Institute. Ha come obiettivo principale quello di contrastare l’ipertensione cardiaca .

Più che una dieta vera e propria si tratta di un metodo nutrizionale che rieduca a un’alimentazione sana e semplice senza troppi sacrifici o limitazioni. È piuttosto simile alla dieta mediterranea e prevede il consumo di frutta, verdura, latte e derivati magri, carne bianca, pesce, cereali integrali, legumi e frutta secca.

È limitata l’assunzione di carne rossa, dolci, bevande alcoliche e zuccherate.

Come seguire la dieta DASH

Seguire la dieta DASH è piuttosto semplice. È importante privilegiare alimenti freschi a basso contenuto di sodio, preferire le cotture semplici e genuine e riscoprire i “cibi fatti in casa” con ingredienti di qualità. Ovviamente le porzioni giornaliere variano in base al sesso, all’età, all’attività fisica e alla quantità di grasso corporeo che desidera smaltire.

Per seguire la dieta DASH è importante:

  • Distribuire in modo ottimale il fabbisogno giornaliero fra COLAZIONE, PRANZO e CENA ma è possibile anche suddividere le razioni quotidiane in 5 spuntini durante l’arco della giornata
  • Variare di giorno in giorno gli alimenti
  • Risparmiare denaro cercando cibi a prezzi vantaggiosi senza rinunciare alla qualità

Alla base della dieta DASH c’è la diminuzione del consumo di sodio. Infatti, la prima regola per seguire questo regime alimentare à diminuire la dose giornaliera di sodio a circa 1,500 mg con un massimo consentito di 2,300 mg. Questa abitudine alimentare permette di abbassare la pressione sanguigna rapidamente in circa 2 settimane.

Per diminuire la quantità di sodio però non basta eliminare il sale ma è fondamentale rinunciare o limitare alimenti conservati, trattati, stagionati e affumicati, lievito, alcuni tipi di cereali e glutammato. Diventa quindi importante imparare a leggere le etichette e consumare per quanto possibile alimenti freschi evitando salse, condimenti e piatti già pronti e privilegiare le spezie per dare sapore al piatto.

Per vedere i risultati della dieta DASH è consigliabile fare attività fisica.

I vantaggi della dieta DASH

  • È facile da seguire e non richiede uno stravolgimento delle proprie abitudini alimentari
  • Non è costosa poiché si basa su alimenti freschi e di uso comune
  • Permette di consumare cibi gustosi purché sani
  • Può essere seguita da tutti e non ha controindicazioni
  • Può essere personalizzata con differenti apporti calorici a seconda se si voglia perdere peso oppure non ingrassare

Commenti

    Lascia un tuo commento