American ExpressApple PayBonifico bancarioContantiAssegnoCirrusMaestroMastercardPayPalSatispayVisaVisa Electron
Le diete più famose al mondo
Cura e benessere della persona

Le diete più famose al mondo

Ecco le 15 diete più diffuse e seguite al mondo

Redatto il:
Ultima modifica:
  1. Dieta mediterranea

I protagonisti della dieta mediterranea sono pasta, cereali, frutta,verdura, legumi, pesce, carne, latticini, uova e olio extra vergine di oliva. Questo regime alimentare è diffuso in tutti i paesi del Mediterraneo e sembra essere una delle diete migliori al mondo poiché varia ed equilibrata. Infatti, consente il consumo di tutte le categorie alimentari (carboidrati, proteine e grassi) facendo però attenzione alle percentuali di nutrienti. Ad esempio: 50% di carboidrati, 20% di proteine e 30% di grassi.

  1. Dieta Dukan

Invenzione del medico francese Pierre Dukan, la dieta Dukan è seguita da chi desidera perdere peso in poco tempo. Nonostante risulti efficace è sconsigliata praticarla per un lungo periodo di tempo perché molto sbilanciata e tende ad affaticare gli organi. Prevede 4 fasi:

  • Fase d’urto o di attacco – 72 alimenti a base di proteine
  • Fase di crociera – alterna giorni di sole proteine a giorni in cui alle proteine vengono aggiunte 28 possibili verdure di contorno
  • Fase di consolidamento – vengono introdotti gradualmente alimenti vietati nelle prime due fasi
  • Fase di mantenimento – importante per mantenere i risultati raggiunti nelle precedenti fasi. Prevede un giorno a settimana in cui si consumano solo proteine e l’assunzione 3 cucchiai di crusca e avena al giorno
  1. Cronodieta

La Cronodieta è stata ideata da due medici italiani e si basa sul consumo di alcuni alimenti solo in precisi momenti della giornata. Alcune fasce orarie, infatti, sembrerebbero più adatte all’assunzione, digestione e eliminazione di alcuni cibi. Ad esempio, pane, pasta e legumi vanno consumati solo nella prima parte della giornata (colazione e pranzo) mentre carne, pesce, uova e frutta possono essere consumati solo di sera. La frutta deve essere assunta lontano dai pasti, preferibilmente entro il primo pomeriggio.

  1. Dieta Atkins

Dieta iperproteica e basso contenuto glucidico inventata dal cardiologo Robert Coleman Atkins . Questo regime alimentare prevede l’eliminazione totale dei carboidrati e delle verdure nel primo periodo. Tale metodo costringe il corpo a utilizzare solo i lipidi come fonte di energia alternativa facendo perdere peso al soggetto. Come la Dukan, la dieta Atkins è sconsigliata per lungo periodo di tempo e risulta ideale per chi vuole perdere peso in poco tempo e desidera tenere sotto controllo il diabete mellito.

  1. Dieta Paleolitica o Paleo Dieta

È una dieta che predilige il cibo così come si trova in natura e vieta l’assunzione di prodotti lavorati e trattati, come pasta, pane e riso. Non si deve pesare alcun alimento e si segue il ritmo naturale di fame/sazietà. Chi segue la Paleo Dieta può assumere carne, pesce, frutta, uova e verdura preferibilmente provenienti da allevamenti controllati e da coltivazioni biologiche. Vanno evitati o almeno ridotti al minimo cerali, latticini e zuccheri raffinati.

  1. Dieta del Gruppo Sanguigno

Questo regime nutrizionale è stato messo a punto dal medico Peter D’Adamo il quale sostiene che a ogni gruppo sanguigno corrisponda una particolare categoria di alimenti:

Gruppo 0 – carne

Gruppo A – proteine vegetali e cereali – evitare i latticini

Gruppo B – verdura, cereali e latticini

Gruppo AB – combinare cibi adatti ai gruppi A e B

  1. Dieta della Luna

Non si tratta di una dieta vera e propria, infatti, la sua funzione principale è disintossicare l’organismo facendo riposare stomaco, fegato e intestino. Il giorno di digiuno corrisponde alla fase di luna nuova: si evita l’assunzione di cibi solidi e si consuma solo acqua, succhi di frutta, centrifugati e passati di verdura.

  1. Dieta a Zona

La Dieta zona è stata ideata dall’americano Barry Sears prendendo ispirazione dal regime alimentare di alcuni sportivi. Lo scopo primario di questo regime nutrizionale è migliorare la salute psicofisica e prevede l’assunzione calcolata di carboidrati (40%), proteine (30%) e grassi (30%) prescrivendo esercizio fisco e l’integrazione di Omega 3.

  1. Weight Watchers

Chi segue questa dieta fa parte di un gruppo motivazionale di supporto ed è seguito da medici e psicologi. Si basa sull’adozione di un regime alimentare bilanciato che prevede la riduzione dell’apporto calorico, oltre che sul confronto settimanale con gli altri componenti del gruppo mediante delle sedute in cui ci si scambiano suggerimenti e consigli. La filosofia alla base della Weight Watchers è quella del mutuo aiuto che consente alle persone di superare i momenti critici che sempre si presentano durante lo svolgimento di una dieta.

  1. Crudismo

La dieta crudista o raw food è sempre più diffusa e sono molte le star di Hollywood che la seguono. Consiste nell’assumere solo cibo non trattato e non cotto per facilitare la digestione. Infatti, attraverso la cottura gli alimenti perdono gli enzimi digestivi naturali. Questa dieta comporta alcuni rischi perché il cibo crudo può contenere tossine e microrganismi patogeni.

  1. Dieta Dash

La dieta DASH nasce per combattere l’ipertensione e per diminuire il rischio di patologie cardio-vascolari. È un regime alimentare flessibile, sostenibile e adatto a tutta la famiglia. Ci sono a disposizione 2000 calorie al giorno e prevede il basso consumo di sali e grassi saturi e l’aumento di verdure e cereali accompagnati da frutta, latte e derivati magri, carne bianca, pesce, cereali integrali, legumi e frutta secca.

Sono da evitare carne rossa, dolci, bevande alcoliche e zuccherate e salumi.

  1. Dieta Scarsdale

La dieta prende il nome dal quartiere di New York in cui è nata e si è subito diffusa a livello mondiale supportata da uno slogan accattivante: “ 10 chili in 14 giorni”. La Scarsdale ha una durata complessiva di 2 settimane in cui vengono completamente eliminati zuccheri e carboidrati a favore delle proteine, per poi reintegrarli nella seconda fase. Offre ottimi risultati ma non essendo bilanciata non può essere seguita per un lungo periodo di tempo.

  1. Dieta Montignac

La dieta Montignac è in realtà una contro-dieta. Si tratta di un regime alimenta re non restrittivo che bandisce gli alimenti ad alto Indice Glicemico - come la pasta, il pane e la patate – e l’associazione grassi e zuccheri o proteine animali e farinacei. In compenso è possibile mangiare lipidi e proteine senza limite di quantità. Questo metodo sviluppato da Michel Montignac è stato più volte contestato perché vede la produzione di insulina come un nemico da combattere, quando in realtà si tratta di un processo naturale e fondamentale per la vita dell’organismo.

  1. Dieta del Supermetabolismo

È la dieta che promette di riattivare il metabolismo in 4 settimane e ogni settimana è divisa in 3 fasi: la prima calma gli ormoni dello stress, la seconda sblocca il grasso accumulato e la terza libera gli ormoni utili a bruciare l’adipe. Questo regime alimentare conta 5 pasti al giorno senza pesare gli alimenti. Sono vietati latticini, zucchero, farina di grano, mais, soia, caffeina e teina. È importante non saltare nessuno dei 5 pasti al giorno e fare colazione entro mezz’ora dal risveglio.

  1. Dieta del minestrone

La dieta del minestrone è per chi vuole perdere peso in pochissimo tempo ed è pronto a un importante sacrificio. Infatti consiste nell’assumere minestrone per una settimana intera accompagnato solo da frutta, tè e succhi di frutta non zuccherati. Solo dopo i primi 3 giorni è possibile aggiungere latte e yogurt, il giorno successivo carne di manzo e l’ultimo giorno riso integrale. Dopo una settimana la dieta del Minestrone deve essere obbligatoriamente interrotta per tutelare la propria salute.

Commenti

    Lascia un tuo commento