American ExpressApple PayBonifico bancarioContantiAssegnoCirrusMaestroMastercardPayPalSatispayVisaVisa Electron
Mercatini antiquariato Toscana
Casa e tempo libero

Mercatini antiquariato Toscana

Mercati dell'usato

Redatto il:
Ultima modifica:

Per gli amanti del vintage i mercatini d'antiquariato in Toscana sono degli appuntamenti imperdibili. Città come Lucca e Arezzo fanno da capolfila a una lunga lista di paesi e città che ospitano, generalmente una volta al mese, dei mercati dell'usato popolati da antiquari, collezionisti ma anche svuotatori di cantine e soffitte. In Toscana, regione in cui mercatini e le fiere antiquarie si sono diffuse più velocemente, sono numerosi questi eventi di shopping creativo. I turisti, italiani e stranieri, amano concedersi momenti di svago tra la folla locale durante i loro itinerari alla scoperta delle bellezze artistiche.

Mercatini toscani: Arezzo e Lucca

Tra i più noti mercatini toscani si può ricordare la Fiera Antiquaria di Arezzo, organizzata tra le vie e le piazze della città ogni prima domenica del mese e nel sabato precedente. Qui sono presenti oggetti di pregio ed esperti del settore come antiquari e galleristi. La Fiera Antiquaria di Arezzo è nata molti anni fa, precisamente il 2 giugno 1968, in occasione della Festa della Repubblica. Il suo fondatore, Ivan Bruschi (1920-1996), noto antiquario, viaggiatore e collezionista, si ispirò ai celebri mercati all'aperto di Portobello a Londra e al Mercato delle Pulci di Parigi. L’eredità della Fiera Antiquaria è oggi portata avanti con successo dal Comune di Arezzo. Anche Lucca è un centro rinomato per il suo mercato dell'antiquariato, un appuntamento fissato ogni terzo fine settimana del mese. Tra le vie della città, protette dalle bellissime mura medievali, si nasconde un mercato dell'usato a base di poltrone, comodini, armadi e oggetti di vario genere. Tra i suoi tesori è possibile trovare anche vecchie cartoline, vasellame e oggetti risalenti alla prima guerra mondiale.

I mercatini dell'antiquariato a Firenze

Un'altra città d'arte toscana famosa per i suoi mercati vintage è la culla del Rinascimento, ovvero Firenze. Qui è facile trovare mobili antichi, lampade, gioielli di una volta, vecchi telefoni o libri ingialliti dallo scorrere del tempo. Gli appuntamenti con i mercatini dell'usato a Firenze sono numerosi ma in particolare tre meritano di essere ricordati:

  • Fortezza Antiquaria. È un mercatino antiquario organizzato ogni terzo weekend del mese che si svolge attorno al “Lago dei cigni”, nei giardini della bellissima Fortezza da Basso, splendido esempio di archiettura militare del XVI secolo e oggi sede di importanti esposizioni come la Mostra Mercato Internazionale dell'Artigianato e Pitti Immagine. La Fortezza Da Basso fa da cornice a un mercato dove esperti, collezionisti o semplici curiosi ricercano rarità, mobili antichi, oggettistica di varie epoche e stili, libri usati e tanto altro.
  • Il mercatino delle pulci di Piazza Santo Spirito. È uno dei mertini vintage più affascinanti di Firenze e si svolge davanti alla basilica brunelleschiana di Santo Spirito, nel quartiere dell'Oltramo (la parte sud del centro storico), ogni seconda domenica del mese. Con circa cento espositori, il mercato offre rarità, grammofoni, libri, borse, vestiti, cappelli e stand si artigianato locale. Nella stessa piazza, la terza domenica del mese invece, si svolge la Fierucolina, dove i protagonisti sono i prodotti enogastronomici tipici della regione Toscana. Due appuntamenti domenicali all'insegna del del vintage, della bellezza e del gusto.
  • Il mercato delle pulci in Piazza dei Ciompi. Tutti i giorni è aperto un mercato dove è possibile trovare antichità, vecchie lampade, libri, cartoline, stampe, bigiotteria e molto altro. Molto frequentato da turisti ma anche dagli stessi fiorentini, offre oggetti sia di antiquariato che di artigianato fiorentino. Molti pezzi proposti risalgono all'inzio del Novecento circa. Il mercato si svolge intorno alla Loggia del Pesce disegnata da Giorgio Vasari e, ogni ultima domenica del mese, accanto agli stand tradizionale vengono aggiunti circa altri cento stand che si distribuiscono nelle vie circostanti.

Commenti

    Lascia un tuo commento