American ExpressApple PayBonifico bancarioContantiAssegnoCirrusMaestroMastercardPayPalSatispayVisaVisa Electron
Modi di dire sicliani
Cultura generale

Modi di dire sicliani

Detti siciliani

Redatto il:
Ultima modifica:

Il dialetto siciliano viene considerato da molti studiosi un idioma separato dall’italiano, con costruzioni sintattiche, una fonologia e una morfologia a sé stante, un po’come il dialetto salentino o il calabrese centro-meridionale.

Ecco alcuni dei modi di dire siciliani e qualche proverbio in un uso nell’isola più grande del Bel Paese:

A ti viu e un ti viu = Ti vedo e non ti vedo

Espressione che indica una persona con un atteggiamento defilato.

A spìzzica e muddica = A pizzichi e millica

Modo di dire che indica un’azione che procede con estrema lentezza.

Tutt’è bbonu e binirittu = Tutto è buono e benedetto

Una classico augurio tipico siciliano.

Purtari chiummu = Portare piombo

Espressione usata per indicare una persona o una situazione che porta sfortuna.

Ascippa e chianta = Togli e metti

Modo di dire utilizzato per indicare una persona che ripete sempre le stesse cose.

Scinni di puppa e acchiana di prua = Uscire dalla porta e entrare dalla finestra

Un detto per indicare una persona che sa destreggiarsi sempre molto bene nelle situazioni più difficili.

Abbonebbonè morsi riccu! = A risparmiare si muore ricco

Espressione che indica che chi risparmia troppo senza godere delle cose finisce per morire ricco ma senza alcuna soddisfazione.

Acqua davanti e ventu darrè = Acqua davanti e vento dietro

Un modo di dire sarcastico per invitare qualcuno ad andare via. A volte si accompagna anche a E sapuni sutta i scarpi (E sapone sotto le scarpe) in modo da farlo “allontanare” velocemente, come se avesse del sapone sotto le scarpe.

Comu ci chiovi ci scìddica = Come gli piove gli scivola

Espressione che indica come una persona sia indifferente alle avversità.

Unn’è muru pi Alcamo = Non è muro per Alcamo

Modo di dire per indicare che una cosa non è possibile o non può essere realizzata.

Commenti

    Lascia un tuo commento