American ExpressApple PayBonifico bancarioContantiAssegnoCirrusMaestroMastercardPayPalSatispayVisaVisa Electron
Narcisismo patologico
Cura e benessere della persona

Narcisismo patologico

Il culto della propria persona

Redatto il:

Il narcisismo patologico è una grave ma al tempo stesso poco conosciuta malattia psicologica. Affondando le sue radici nei sistemi sociali moderni, il numero degli affetti sta crescendo, in un'epoca dominata dal desiderio di apparire e affermarsi come i migliori.

I sintomi del disturbo narcisistico

Sigmund Freud, il padre della psicanalisi, è stato il primo a individuare i sintomi del disturbo narcisistico e a definirlo come una mancanza di empatia: l'incapacità del singolo di mettersi in relazione con le altre persone. La totale empatia verso gli altri è la caratteristica principale ma ce ne sono molte altre per individuare un vero narcistista patologico:

1- l'esaltazione smisurata e fuori controllo del proprio “io”. Il narcisista patologico non solo esalta se stesso, ma per farlo distrugge gli altri, anche il proprio partner;

2- è un manipolatore, sfrutta le persone per il proprio tornaconto;

3- non accetta le critiche e ha reazioni eccessive;

4- osserva gli altri e prova sempre invidia nei loro confronti;

5- pensa di meritare vantaggi e privilegi;

6- sostiene di essere speciale e incompreso;

7- non è obiettivo su tutto quello che riguarda la sua sfera personale;

8- chiede costantemente attenzioni e conferme.

Sintomi del disturbo narcisistico

Narcisismo: una malattia che distrugge il partner

Per accrescere il suo ego e mettersi al centro dell'attenzione, rendendo gli altri semplici pedine del suo gioco, il narcisista distrugge psicologicamente le altre persone. Ma la preda preferita del narcisita patologico è il partner, la persona più vicina, che all'inizio della relazione viene sedotto con astuzia. Mostrandosi come persone interessanti e affascinanti, i narcisisti cercano generalmente individui solari e all'inizio si mostrano attente all'altro e ai suoi bisogni. A questa prima fase in cui il narcisista nasconde la sua vera natura subentra però ben presto la sua metodologia di base che è quella di esaltazione/depressione. In pratica gli esperti hanno individuato il modus operandi distruttivo del narcisista che consiste nell'esaltare la propria vittima, facendola sentire speciale, compresa, amata, per poi lasciarla cadere.

Narcisismo: quando è una malattia

Essere una narcisista non vuol dire essere malato e avere bisogno di un supporto medico. Si passa dal semplice narcisismo alla patologia quando si riscontra una totale mancanza di sentimenti sinceri verso gli altri, e si sviluppa una realtà alternativa e malata. Chi soffre di narcisismo patologico non è in grado di comprendere il suo disturbo, né tanto meno ammette di avere un problema psicologico. Malattia da non sottovalutare, soprattutto per gli effetti devastanti sul partner, gli esperti raccomandano nel caso si frequenti una persona che ha alcuni di questi sintomi, di rivolgersi a uno psicologo o da uno psicoterapeuta. Un parere esterno e professionale è utile per analizzare e migliorare una serie di dinamiche personali e, ovviamente, di coppia.

A volte la persona affetta dal disturbo narcisistico di personalità intraprende, come anche la persona bipolare, un percorso psicoterapeutico dopo aver sviluppato stati depressivi che non è in grado di sostenere. La depressione nel narcisista patologico nasce dalla discrepanza tra le sue aspettative idealizzate e la realtà. Gli individui con questo particolare disturbo manifestano una compromissione della vita sociale e affettiva, ma anche lavorativa. La loro vulnerabilità dell'autostima li rende eccessivamente sensibili ai giudizi negativi. Sebbene spesso non lo dimostrino esternamente, di fatto vivono le critiche come umiliazioni e, talvolta, possono regaire con rabbia e arroganza.

Commenti

    Lascia un tuo commento