American ExpressApple PayBonifico bancarioContantiAssegnoCirrusMaestroMastercardPayPalSatispayVisaVisa Electron
Perché scegliere un caminetto a bioetanolo
Casa e tempo libero

Perché scegliere un caminetto a bioetanolo

Tutti i pro del biocaminetto

Redatto il:
Ultima modifica:

Scegliere un caminetto a bioetanolo è l’ideale per chi non dispone di una canna fumaria. La sua installazione non richiede particolari lavori strutturali e la resa estetica è davvero ottima. Il bio bruciatore però non è un vero sistema di riscaldamento, in quanto aiuta a scaldare la stanza nella quale è posizionato ma non è adatto a essere usato come unica fonte né per spazi ampi.

Installazione senza canna fumaria

Tutti amano l’atmosfera romantica e familiare che un camino è in grado di donare a salotto, camera da letto, taverna e qualsiasi altro ambiente domestico. Quando non si dispone però di una canna fumaria dedicata, in quanto non predisposta in fase di realizzazione dell’edificio, o si decide di avviare i lavori strutturali e le pratiche comunali necessarie per la sua creazione, oppure è possibile optare per il caminetto a bioetanolo. L’installazione di quest’ultimo avviene senza canna fumaria e grazie alla fiamma a vista crea una sensazione molto simile a quella di un camino tradizionale.

Riscaldamento di piccoli ambienti

Se avete un locale piccolo, magari una camera da letto di dimensioni ridotte, il biocaminetto può aiutare a scaldarlo se tenuto acceso per un po’ di tempo. Si tratta però di un complemento d’arredo, non di un vero sistema per riscaldare l’ambiente: può essere infatti utile solo per stanze molto piccole, o a supporto di un impianto tradizionale (stufa, termosifoni, riscaldamento a pavimento) nei mesi più freddi.

Resa estetica

Un caminetto a bioetanolo è un complemento bello da vedere anche da spento: in commercio ne esistono di tutte le forme, i colori, i materiali, le dimensioni. Vi sono biocamini da appoggio, da appendere o da incassare nel muro. Vengono proposti anche veri e propri elementi di design, perfettamente integrabili in ambienti esclusivi.

Emissioni ridotte

Il bioetanolo è un combustibile biodegradabile, senza zolfo, le cui emissioni di anidride carbonica e monossido di carbonio sono davvero molto ridotte. Questo è positivo sia per la salute delle persone all’interno della stanza, sia per evitare un eccessivo inquinamento ambientale. Inoltre, non bruciando legna/pellet, non produce alcun tipo di cenere, fuliggine né fumo.

Facile da montare

Non necessitando di allacciamento all’impianto elettrico né a quello del gas, il caminetto a bioetanolo può essere facilmente installato in autonomia. Può inoltre essere posizionato ovunque all’interno della casa, in qualsiasi stanza, secondo i gusti e le esigenze.

Costi contenuti

Il prezzo di un camino a bioetanolo va da circa 100 euro per i modelli più piccoli (ne esistono anche da tavolo a poche decine di euro) fino ai 1000 euro per quelli dal design ricercato e dall’elevato valore estetico. Il costo comunque varia molto anche in base ai materiali (vetro, metallo, cornici decorate) e alle dimensioni.

Commenti

    Lascia un tuo commento