American ExpressApple PayBonifico bancarioContantiAssegnoCirrusMaestroMastercardPayPalSatispayVisaVisa Electron
Quale colore scegliere per una cucina classica
Casa e tempo libero

Quale colore scegliere per una cucina classica

Beige, arancio, bianco e altre tonalità perfette per la cucina

Redatto il:
Ultima modifica:

Bianco per la semplicità, beige per la neutralità, arancio per il calore, verde per l’armonia: ecco alcuni suggerimenti per aiutarvi a scegliere il colore per la cucina classica e i migliori abbinamenti per donare il giusto tocco di originalità al vostro ambiente.

Scoprite anche i colori secondo il feng shui, e come abbinare i colori di cucina e pavimento.

La luminosità del bianco

Il bianco dà sempre una sensazione di pulito, di linearità, di semplicità. Se accostato al nero, crea uno stacco interessante, un contrasto ben definito. Nella cucina classica il bianco è sempre presente, per le antine, il top o le pareti. È bene però accostarvi dettagli colorati (come utensili, tovaglie, tende, o elementi stessi dei mobili) per spezzarne l’uniformità e la freddezza.

L’equilibrio di beige e marrone

I colori classici per eccellenza, al tempo stesso neutri e adattabili perfettamente a ogni sfumatura degli elementi in legno della vostra cucina classica. Con marrone e beige si va sempre sul sicuro. Attenzione però a non utilizzare tonalità troppo scure, che renderebbero più cupo l’ambiente. È consigliato, come per il bianco, unirvi utensili e dettagli coloratissimi.

L’originalità dell’arancione

Allegro, stimolante, originale: l’arancione è un colore caldo, perfetto per dare colore alla parete o ai paraschizzi della vostra cucina in stile classico. Non aggiungete però altri colori caldi, ma piuttosto abbinatevi tonalità neutre come legno, beige, bianco o nero. È davvero l’ideale per regalare vivacità all’ambiente più movimentato della casa.

L’energia del giallo

Fate entrare il sole in cucina: il giallo, che richiama allegria, energia, vitalità, è perfetto in abbinamento con colori più classici e naturali come il bianco e il beige. Se amate questo colore caldo ma non volete esagerare con una tonalità troppo eccentrica, potete scegliere un giallo pastello: delicato, non stanca mai e consente di aggiungere dettagli più colorati.

La tranquillità del blu

Blu e azzurro creano serenità e, allo stesso tempo, profondità. Sono quindi ideali per ambienti dalle dimensioni ristrette, in questo caso però attenzione a non andare sulle tonalità troppo scure. In una cucina classica il blu dona un tocco vintage a elementi bianchi, grigi o metallici, mentre l’azzurro aggiunge tranquillità a dettagli beige e marroni.

L’armonia del verde

Nelle sue tonalità pastello, il verde è perfetto in una cucina dallo stile classicheggiante, anche in abbinamento con l’azzurro (per aggiungere un tocco di freschezza). Nelle varianti più scure o vivaci, il verde è in grado di fornire un forte nesso con la natura, creando un ambiente tranquillo e armonioso. Il verde si adatta perfettamente agli elementi in legno.

Commenti

    Lascia un tuo commento