American ExpressApple PayBonifico bancarioContantiAssegnoCirrusMaestroMastercardPayPalSatispayVisaVisa Electron
Quante sono le regioni in Italia
Cultura generale

Quante sono le regioni in Italia

Regioni italiane: quante sono a statuto speciale e ordinario e quali non sono bagnate dal mare

Redatto il:
Ultima modifica:

Molti di noi vivono in Italia sin dalla nascita, ma talvolta, com'è notorio, dimentichiamo alcune nozioni basilari che riguardano il nostro paese, specie se di carattere storico-geografico.

Ad esempio esiste una domanda alla quale spesso non sappiamo rispondere: quante sono le regioni italiane

Quante sono le regioni in Italia

Per cominciare la nostra "lezione" geografica dobbiamo innanzitutto definire quante sono le regioni in Italia. E, per la precisione, sono quindici a statuto ordinario e cinque a statuto speciale.

Quante e quali sono le regioni italiane

Quanti di noi avranno avuto la cartina dell'Italia divisa in regioni affissa alle pareti ai tempi della scuola elementare? Probabilmente molti. Ma quante e quali sono le regioni italianeLe regioni italiane sono venti e sono Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Molise, Lazio, Abruzzo, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Valle D’Aosta, Friuli-Venezia Giulia, Trentino Alto Adige, Sicilia e Sardegna.

Per precisione potremmo suddividerle a seconda della loro collocazione all'interno del nostro Paese.

  • Regioni nord Italia: Liguria, Piemonte, Lombardia, Veneto, Valle D'Aosta, Friuli-Venezia Giulia, Trentino Alto Adige.
  • Regioni centro Italia: Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Sardegna, Abruzzo.
  • Regioni sud italia: Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia.

quante sono le regioni in Italia

Le regioni italiane sono 20, così come i capoluoghi

Ogni regione italiana ha un capoluogo; le regioni italiane sono 20, di conseguenza in Italia esistono 20 capoluoghi. La cartina dell'Italia con capoluoghi ci riporta le seguenti nozioni geocrafiche.

Capoluogo:

  • Liguria: Genova
  • Piemonte: Torino
  • Lombardia: Milano
  • Veneto: Venezia
  • Emilia-Romagna: Bologna
  • Toscana: Firenze
  • Umbria: Perugia
  • Marche: Ancona
  • Lazio: Roma
  • Sardegna: Cagliari
  • Abruzzo: L'Aquila
  • Molise: Campobasso
  • Campania: Napoli
  • Puglia: Bari
  • Basilicata: Potenza
  • Sicilia: Palermo
  • Calabria: Catanzaro
  • Valle D'Aosta: Aosta
  • Friuli-Venezia Giulia: Trieste
  • Trentino Alto Adige: Trento

quante sono le regioni in Italia

Le regioni italiane: quante sono quelle non bagnate dal mare

Le regioni italiane: quante sono quelle non bagnate dal mare? In realtà sono davvero poche: Valle D'Aosta, Lombardia, Piemonte, Trentino Alto Adige e Umbria.

Regioni italiane bagnate dal mare:

  • Mare Adriatico: bagna la Puglia dal canale d'Otranto verso nord, Molise, Abruzzo, Marche, Emilia-Romagna, Veneto, Friuli-Venezia Giulia.
  • Mar Ionio: bagna la costa orientale della Sicilia, Calabria e Puglia, fino al canale d'Otranto.
  • Mar Tirreno: bagna la Toscana dal promontorio di Piombino in poi, Lazio, Campania, Calabria, la costa settentrionale della Sicilia, costa orientale della Sardegna.
  • Mar Ligure: Liguria, Toscana fino al promontorio di Piombino.
  • Mar di Sardegna: la costa occidentale della Sardegna.
  • Mar di Sicilia: la costa meridionale della Sicilia.

quante sono le regioni in Italia

Lo statuto regionale: regioni quante sono quelle a statuto ordinario e a statuto speciale

Ecco lo statuto regionale delle varie regioni. Adesso scopriamo delle regioni quante sono quelle a statuto ordinario e quelle a statuto speciale.

quante sono le regioni in Italia

Regioni italiane: quante sono a statuto ordinario?

Delle regioni italiane quante sono a statuto ordinario? 15 e sono Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Molise, Lazio, Abruzzo, Campania, Puglia, Basilicata e Calabria. Lo statuto ordinario di queste regioni viene approvato con legge regionale statutaria; questo elemento le differenzia dalle regioni a statuto speciale per le quali vieni approvato invece con legge costituzionale. La riforma del Titolo V della Costituzione del 2001 ha aumentato i poteri delle regioni a statuto ordinario, arricchendo le materie con competenze concorrente tra Stato e Regione.

Quante sono le regioni a statuto speciale e quali sono?

Quante sono le regioni a statuto speciale? 5 e sono: Valle D’Aosta, Friuli-Venezia Giulia, Trentino Alto Adige, Sicilia e Sardegna. Queste regioni vengono definite a statuto speciale perché godono di particolari forme e condizioni di autonomia. Le loro competenze si dofferenziano da quelle delle regioni a statuto ordinario per quanto riguarda: autonomia legislativa, autonomia amministrativa e autonomia finanziaria. Queste forme di autonomia sono stabilite dallo Statuto regionale. Lo Statuto di una Regione a statuto speciale illustra le competenze esclusive concesse alla Regione.

 

Commenti

    Lascia un tuo commento