American ExpressApple PayBonifico bancarioContantiAssegnoCirrusMaestroMastercardPayPalSatispayVisaVisa Electron
Residuo fisso acqua
Cura e benessere della persona

Residuo fisso acqua

Come classificare le acque minerali

Redatto il:

L'acqua è una risorsa preziosa per la natura ed è la linfa vitale per la salute dell'uomo, ricca di nutrienti contribuisce, tra le altre cose, allo sviluppo di organi e tessuti e a mantenere in equilibrio i processi corporei. Per misurare la qualità di questo elemento si fa riferimento al residuo fisso acqua ovvero alla quantità di sali minerali restanti dopo che un litro di liquido è stato sottoposto a evaporazione a 180°. Questi composti inorganici contengono calcio, potassio, magnesio e fosforo, sono essenziali per l'uomo e possono essere introdotti solo attraverso l'alimentazione e l'assunzione di acqua.

Residuo fisso acqua quanto deve essere

Bere fa sempre bene, gli esperti nutrizionisti consigliano di sorseggiare almeno 2 litri di acqua al giorno per mantenere il corpo in salute. Questo elemento però non è sempre uguale, cambia a seconda di alcune caratteristiche e capire il residuo fisso acqua quanto deve essere dipende dalle necessità, dai bisogni e dallo stile di vita di ciascuno. In base a questo le acque minerali si possono classificare in questo modo.

  • acqua minimamente mineralizzata con residuo fisso fino a 50 mg/l, ideale per i neonati perché altamente digeribile
  • acqua oligominerale con residuo fisso compreso tra 50 mg/l e 500 mg/l è consigliata per chi vuole depurarsi e chi soffre di ipertensione
  • acqua medio minerale con residuo fisso compreso tra 501 e 1500 mg/l ideale per chi fa sport e deve reintegrare sali minerali come gli anziani
  • acqua ricca di minerali oltre i 1500 mg/l che può essere assunta solo per un determinato periodo di tempo per evitare che i sali in eccesso si vadano a depositare sui tessuti.

residuo fisso acqua

La classifica delle acque minerali in base al residuo fisso

L'acqua potabile non deve superare il limite del residuo fisso acqua di 1500 mg/l mentre per scoprire quello delle bottiglie confezionate, che esistono sul mercato, basta osservare l'etichetta del prodotto. Da questa risulta, ad esempio, che il residuo fisso acqua Lauretana è 14 mg/l, che è il più basso in assoluto, a seguire c'è la Sant'Anna con 23mg/l, l'Amorosa Humana con 25 mg/l, la Levissima con 80,5. Tra le oligominerali il residuo fisso d'acqua Fiuggi è 122 mg/l, la Panna 141 mg/l, la Vera 160 mg/l, la San Benedetto 272 mg/l e la Vitasnella 382 mg/l. Nella classifica delle acque minerali in base al residuo fisso acqua quelle ne contengono di più sono l'Uliveto con 752 mg/l, la Sangemini 988 mg/l, la Lete 915 mg/l e la Ferrarelle 1280 mg/l.

residuo fisso acqua

 

Commenti

    Lascia un tuo commento