American ExpressApple PayBonifico bancarioContantiAssegnoCirrusMaestroMastercardPayPalSatispayVisaVisa Electron
Sostituire lo zucchero con il miele
Cura e benessere della persona

Sostituire lo zucchero con il miele

Miele o zucchero?

Redatto il:
Ultima modifica:

C’è un filone di pensiero che si insinua sempre più nelle menti dei salutisti e dei più attenti alla linea: sostituire lo zucchero con il miele è una scelta assolutamente consigliata. Diciamo che dipende dai casi. Sicuramente il miele è una sostanza naturale, molto dolce ma anche molto proteica e ricca di sostanze nutritive. Innanzitutto a differenza dello zucchero bianco, costituito prevalentemente da saccarosio, il miele è composto per lo più da fruttosio, uno zucchero con un indice glicemico più basso. Per questo alla domanda miele o zucchero, si è portati a preferire il primo. Anche in virtù del fatto che questo contiene anche vitamine, minerali, amminoacidi e antiossidanti.

Miele e diabete

Il relativamente basso indice glicemico del miele porta a pensare che sia preferibile nelle diete dedicate ai diabetici. In realtà bisogna fare attenzione a questa affermazione. Miele e diabete non sono esattamente il connubio perfetto. Questo nettare naturale, infatti, contiene pur sempre uno zucchero semplice, che entra in circolo nell’organismo subito dopo il suo consumo. Inoltre la sua liquidità ne rende molto difficoltoso il dosaggio, che spesso protende verso un involontario eccesso. Essendo cruciale, per questa patologia, il controllo dei livelli della glicemia, il miele è sicuramente da preferire per le sue proprietà benefiche, ma pur sempre consumandolo con moderazione.

Come sostituire lo zucchero nei dolci per diabetici

Se dunque il miele apporta più o meno la stessa quantità di zucchero nel sangue, ma porta con sé anche tante altre proprietà benefiche, allora è possibile impiegarlo come dolcificante in ogni alimento, anche nella preparazione di dolci casalinghi, soprattutto in una dieta ipoglicemica. Come sostituire lo zucchero nei dolci per diabetici? Facendo attenzione al dosaggio. Per la sua natura altamente zuccherina e per la sua forma viscosa e liquida, il miele va sempre inserito in quantità minore rispetto allo zucchero, all’incirca per un 20% in meno. Va considerato anche che il suo sapore è più forte, dunque abbiniamolo con attenzione, per non rischiare di prevaricare altri sapori. Infine, non essendo solido, renderà l’impasto più liquido.

Calorie del miele

A questo punto sorge spontaneo interrogarsi anche a proposito dell’apporto calorico di questo dolcificante naturale. Quante sono le calorie del miele? In realtà sono molto vicine a quelle dello zucchero. Per 100 gr di miele le calorie introdotte nell’organismo sono circa 320, mentre nel caso della stessa quantità di zucchero sono 390 circa, sempre considerando le oscillazioni dipendenti dalle varie tipologie di entrambi i prodotti. In sostanza, la differenza è minima. A cambiare, invece, è la presenza di altre sostanze utili all’organismo, di cui il miele è ricco, ma che sono completamente assenti nello zucchero.

 

Potrebbe interessarti anche:

Lo zucchero bianco fa male alla salute?

Yogurt bianco senza zucchero

La stevia fa male?

Commenti

    Lascia un tuo commento