American ExpressApple PayBonifico bancarioContantiAssegnoCirrusMaestroMastercardPayPalSatispayVisaVisa Electron
Le spiagge più belle del Sud della Sardegna
Viaggi e turismo

Le spiagge più belle del Sud della Sardegna

Costa Rei, Villasimius, Golfo di Cagliari, Chia e Isola di Sant’Antioco

Redatto il:
Ultima modifica:

Costa Rei | Sardegna Sud Orientale

La Lonely Planet, la celebre casa editrice di guide turistiche, ha inserito le spiagge della Costa Rei fra le più belle del mondo. La sabbia bianca, il mare azzurro e la fitta vegetazione mediterranea hanno portato questa parte di costa sarda a fare compagnia in classifica alle Maldive, alle Hawaii e alla Thailandia.

Costa Rei è una lingua di 8 chilometri di spiaggia bianca interrotta qua e là da speroni rocciosi che creano una serie di calette mozzafiato, ognuna con la sua peculiarità:

Cala Pira - Costa Rei

Cala Pira è uno dei tratti costieri più belli di tutta la Sardegna. Alle spalle dell’arenile sorge la secolare Torre di Cala Pira e discendendo fino al mare si incontrano dune, graniti e ginepri secolari. La sabbia è bianca e sottile dalle singolari sfumature del rosa. Il fondale è basso e sabbioso, ideale per i giochi acquatici dei bambini.

Cala Pira si raggiunge percorrendo la strada costiera che da Costa Rei conduce a Villasimius. La spiaggia è accessibile ai diversamente abili, ha un piccolo parcheggio e un bar. È meta ideale per chi ama spostarsi con le imbarcazioni da diporto grazie alla possibilità di ormeggiare.

Cala Monte Turno – Costa Rei

Cala Monte Turno si trova tra lo scoglio di Sant’Elmo e il litorale di San Pietro, in una baia di sabbia bianca bagnata da un mare dai colori intensi del turchese che fanno da contrasto alla scura roccia vulcanica del Monte Turno che si staglia alle spalle dell’arenile. I fondali incontaminati sono lo scenario perfetto per gli appassionati di snorkeling e di immersioni subacquee.

Cala Monte Turno si raggiunge dall’abitato di Castiadas. Da qui seguire le indicazioni per Cala Sinzias sulla Strada Provinciale 18 e poi proseguire sulla litoranea fino a Monte Turno.

Villasimius |Sardegna Sud Orientale

Villasimius vanta le spiagge più spettacolari della costa Sud della Sardegna e un imponente patrimonio naturalistico tutelato dall’Area Marina protetta di Capo Carbonara. La zona costiera è divisa in due ampie baie dal promontorio di Capo Carbonara che si chiude con l’Isola dei Cavoli. Proprio qui si trova un patrimonio costiero incredibile per varietà e bellezza.

Punta Molentis - Villasimius

Punta Molentis è una sottile lingua di sabbia che collega il promontorio di Punta Molentis alla terra ferma regalando al visitatore scenari rocciosi, una collina con resti di nuraghe e una spiaggia dalla sabbia bianca e finissima che si tinge di rosa, soprattutto alla luce del tramonto.

La spiaggia si raggiunge percorrendo la strada panoramica che da Costa Rei arriva a Villasimius e la si raggiunge tramite la Strada Provinciale 18. La zona è poco frequentata ed è adatta agli appassionati di pesca subacquea e di immersioni. Sulla spiaggia è presente un ristorante in cui è possibile gustare ogni giorno pesce freschissimo.

Porto Giunco - Villasimius

La spiaggia di Porto Giunco è separata da Cava Usai da un promontorio su cui si trova l’omonima torre. Qui ci si rilassa su una sabbia bianchissima dalle calde sfumature del rosa dovute al granito eroso dal mare. Le acque hanno i colori dell’azzurro, del turchese e del blu notte. La spiaggia è ben riparata dai venti e offre numerosi punti di ristoro, oltre alla possibilità di noleggiare ombrelloni.

Per raggiungerla si parte dal Villasimius e si percorre la strada che porta a Capo Carbonara. L’accesso si trova all’altezza del nuovo porticciolo turistico da cui parte la via sterrata che costeggia la laguna di Notteri.

Spiaggia del Riso - Villasimius

La Spiaggia del Riso è situata in località Cala Giunco, sul lato settentrionale del porto turistico di Villasimius. È una bellissima spiaggia di sabbia granitica a base di granelli di quarzo che ricordano dei chicchi di riso: da qui il nome. Dando le spalle all’arenile è possibile godere dello splendido paesaggio di colline e montagne . Il mare è trasparente, dalle sfumature dell’azzurro e del verde smeraldo. Nelle dirette vicinanze tutti i comfort e i servizi necessari per passare una giornata rilassante fra sole e mare.

Golfo di Cagliari | Sardegna Sud Orientale

Il Golfo di Cagliari, chiamato anche Golfo degli Angeli, è uno dei tratti costieri più belli della Sardegna del Sud sui cui si snodano chilometri e chilometri di terra che comprendono bellissime spiagge selvagge e paradisiache , vere e proprie perle naturali.

Spiaggia del Poetto – Golfo di Cagliari

La Spiaggia del Poetto è uno dei luoghi più belli del Golfo di Cagliari ed è meta amata dai turisti ma anche dai residenti. L’arenile conserva intatto il proprio fascino grazie alla presenza della Sella del Diavolo, il promontorio che domina il porticciolo di Marina Piccola. La spiaggia è una lunga lingua di sabbia bianca e finissima incorniciata da ristoranti e locali da vivere sia di giorno che di sera. Il mare è pulito e trasparente con un fondale basso e sabbioso, perfetto per lunghe passeggiate con i piedi a mollo e i giochi acquatici dei più piccoli.

Spiaggia di Quartu – Golfo di Cagliari

La spiaggia è caratterizzata da un bell’arenile di sabbia bianca e fine che si estende davanti allo stagno di Quartu, frequentato dal fenicotteri rosa e da numerose altre specie. Il mare è trasparente con vivaci sfumature del verde e del turchese con fondali bassi e sabbiosi che digradano dolcemente verso il largo.

La spiaggia si raggiunge dalla Strada Panoramica Cagliari – Villasimius e si trova ad est della Spiaggia del Poetto. È ricca di servizi, bar, ristoranti e stabilimenti balneari che offrono la possibilità di praticare sport acquatici.

Chia |Sardegna Sud-Occidentale

Chia è stata eletta la spiaggia più bella d’Italia secondo Guida Blu 2016 e si è aggiudicata le 5 vele di Legambiente. Alle spalle dell’arenile di sabbia finissima fanno la loro comparsa dune di sabbia, uno stagno popolato da esotici fenicotteri rosa e una torre spagnola del 1600. Di fronte si staglia un mare dalle sfumature che variano dal blu al vede smeraldo. Chia rappresenta tutta la zona costiera del comune di Domus de Maria, dove si trovano altre meravigliose calette e lunghe lingue di sabbia bianchissima. Eccone alcune:

Spiaggia Tueredda - Chia

La sabbia bianchissima si getta in un mare dai colori del verde smeraldo e del blu cobalto. Per arrivarci si percorre una strada costiera molto tortuosa ma estremamente panoramica, capace di regalare scorci da cartolina. Nei pressi della spiaggia è possibile parcheggiare l’auto in aree a pagamento e dirigersi verso il mare a piedi. Per l’incredibile bellezza è meta molto amata dai turisti, specialmente in alta stagione nel weekend. Se si vuole godere di pace e relax è meglio raggiungerla la mattina presto.

Dune Campana - Chia

Dune Campana è la spiaggia del Chia Laguna Resort, il più grande e lussuoso hotel di Chia. Il nome viene dalle altissime dune naturali che fanno da scenografia al bellissimo arenile di soffice sabbia dorata e finissima popolata da gigli di mare e da ginepri secolari. La spiaggia si raggiunge dalla strada Costa del Sud, un percorso panoramico con numerose discese che portano alle varie calette. È accessibile ai diversamente abili ed è dotata di ampio parcheggio, bar e ristorante. Ideale per famiglie e bambini grazie a un fondale basso e digradante verso il largo. Essendo molto battuta dal vento è un luogo molto amato da surfisti ma anche dagli appassionati di pesca subacquea e immersioni per la fauna acquatica.

Cala Cipolla - Chia

Una caletta silenziosa (nella bassa stagione), riparata dal vento e con un mare dai colori incantevoli nelle varie gradazioni del blu. Il fondale è composto da una bellissima sabbia dorata e finissima. Tutt’intorno si staglia una fitta macchia mediterranea.

Si raggiunge da Chia procedendo sul Viale Spartivento e proseguendo lungo la strada non asfaltata fino a raggiungere il parcheggio della spiaggia dal quale poi è necessario proseguire a piedi. Nella spiaggia è presente un punto ristoro per colazioni, pranzi e cene.

Sant’Antioco | Sardegna Sud-Occidentale

L’isola di Sant’Antioco fa parte dell’Arcipelago Sulcitano ed è unita alla Sardegna da un istmo artificiale di circa 3 chilometri. Sull’isola sono presenti solo due centri abitati: Sant’Antioco e Calasetta, oltre ad alcuni insediamenti minori. Tutto il litorale è caratterizzato da spiagge bellissime dai fondali puliti e cristallini, perfetti per immersioni e pesca subacquea. Ecco due delle spiagge da non perdere se vi trovate sull’Isola di Sant’Antioco:

Spiaggia Maladroxia – Sant’Antioco

Dalla spiaggia Maladroxia è possibile ammirare il Golfo di Palmas e un mare cristallino dal fondo di sabbia grigia e sottile, costellato da rocce e piccoli scogli. Alle spalle dell’arenile si trova il borgo turistico di Maladroxia e una collina dominata dai nuraghi S’Ega e Marteddu. Se si cerca pace e tranquillità, meglio evitare questa zona nei weekend.

Spiaggia Coaccuadus – Sant’Antioco

La spiaggia Coaccuadus è una delle più grandi di tutta l’isola e prende il suo nome, coda di cavalo, dalla forma sinuosa di questo lembo di terra. Fa da cornice alla spiaggia una folta e selvaggia vegetazione. La sabbia è bianca e il mare sorprende con le sue splendide tonalità che dal verde virano al turchese fino al blu intenso.

Spostiamoci un po’ più su alla scoperta delle spiagge più belle di Golfo Aranci, nella zona Nord-Orientale della Sardegna.

Commenti

    Lascia un tuo commento