American ExpressApple PayBonifico bancarioContantiAssegnoCirrusMaestroMastercardPayPalSatispayVisaVisa Electron
Visitare le Langhe
Cura e benessere della persona

Visitare le Langhe

centri benessere, borghi e gastronomia

Redatto il:
Ultima modifica:

Quali mete migliori per visitare le Langhe e apprezzarne le ricchezze?

Centri benessere e spa nelle Langhe

Per gli amanti del relax, del buon cibo e della cultura, non c’è coccola migliore di un centro benessere nel territorio delle Langhe. Una meta consigliata per chi stia cercando buoni centri benessere e spa nelle Langhe è Tre Poggi, dimora di Charme ospitata in un antico cascinale del ‘700 utilizzato per molti anni come azienda agricola e ristrutturato dal 2008 con tecniche di bioarchitettura, per rispettare l’ambiente naturale e la tradizione locale.

La tenuta Tre Poggi si estende per circa 10 ettari di collina tra Langhe e Monferrato e offre ai visitatori una ricca scelta tra relax, escursioni, attività, massaggi, bagni rilassanti, trattamenti di bellezza e ottima cucina locale.

Il soggiorno nella Spa deve la sua unicità alla vista mozzafiato sul panorama circostante: lo sguardo spazia da Canelli e i vicini villaggi di San Marzano, Bubbio e Calosso, per poi abbracciare le colline più distanti Langhe e Monferrato. Quando il cielo è terso, si può ammirare l’intero arco alpino piemontese, con il Monviso e il Monte Bianco che svettano sulle altre cime.

 

visitare le langhe1

Visitare le Langhe piemontesi

I paesaggi delle Langhe sono unici in ogni stagione, con i loro poggi vitati, i castelli che dominano le valli, i bellissimi borghi, le pievi e le enoteche. Visitare le Langhe piemontesi vuol dire scoprire una delle zone culturalmente e scenograficamente più interessanti del Belpaese.

Barolo, Grinzane Cavour, Serralunga e La Morra sono il cuore di questa zona che è conosciuta in tutto il mondo non solo per i suoi prestigiosi vini ma anche per la sua storia e il suo modo di fare cultura. Diversi paesi del territorio hanno ricevuto la Bandiera arancione del Touring Club Italiano, che premia i borghi accoglienti dell'entroterra che si distinguono per la loro qualità turistica e ambientale. Da non perdere per visitare le Langhe anche i borghi di Monforte d'Alba, Neive, Bergolo, Cherasco, Bene Vagienna.

Visitare le Langhe in due giorni

Barolo, Grinzane Cavour, Serralunga e La Morra sono le tappe consigliate per chi vuole visitare le Langhe in due giorni e avere un primo assaggio di questa terra ricca di storia, cultura, gastronomia e scenari meravigliosi. Si parte da Barolo, con la salita al paese in un emozionante susseguirsi di poggi sovrastati da antichi manieri e piccoli centri. Il borgo di Barolo sorge nel cuore di uno sterminato susseguirsi di vigneti, che lasceranno a bocca aperta il visitatore. La cosa migliore è iniziare con una passeggiata tra botteghe, ristorantini, bottiglierie e scorci panoramici sulle colline. Merita una visita il castello dei Marchesi Falletti di Barolo, che ospita al suo interno il Museo del Vino, emozionante percorso tra arte, musica, letteratura, storia, cucina, miti universali e tradizioni locali nella cultura del prodotto. Conclude la visita la degustazione delle grandi etichette storiche degli undici paesi delle Langhe che producono il Barolo.

Turisti di ogni dove giungono a Barolo per apprezzare, gustare, comprare e vedere come si produce l’omonimo vino e per respirare la semplicità e le tradizioni che l’antico borgo è risucvito a conservare nonostante la sua fama internazionale.

 

visitare le langhe2

Visitare le Langhe in autunno

È l'autunno la stagione ideale per respirare meglio la poesia delle Langhe e scoprirne i tesori e una delle mete ideali tra ottobre e novembre è il castello Grinzane Cavour.

Questo gioiello architettonico del cuneese ospita ogni anno in autunno l’asta mondiale del tartufo. Da non perdere lo scenario mozzafiato sulle colline e sullo sfondo, le Alpi: bellissimo per chi sceglie di visitare le langhe in autunno.

Il castello risale al XIII secolo e fu residenza giovanile di Camillo Benso conte di Cavour. Il castello ospita il Museo Etnografico e mobili, manoscritti e la fascia tricolore di Cavour di quando era sindaco di Grinzane.

Altra tappa da non perdere per chi vuole vistare le langhe è Serralunga, con lo straordinario scenario che si vede dalla strada che porta al borgo, ancora più suggestivo se percorsa a piedi, con la ripida salita che porta nel cuore del paese.

Ultima tappa di questo itinerario è La Morra, detto anche il balcone delle Langhe, adagiato su un poggio a oltre cinquecento metri d’altitudine, con una vista mozzafiato che abbraccia tutte le Langhe.

 

Commenti

    Lascia un tuo commento