American ExpressApple PayBonifico bancarioContantiAssegnoCirrusMaestroMastercardPayPalSatispayVisaVisa Electron
Se il gatto vomita
Animali

Se il gatto vomita

Il vomito del gatto

Redatto il:
Ultima modifica:

Lo stomaco del nostro piccolo felino è molto delicato, per cui può capitare che vomiti. Ma quando è necessario allarmarsi e ricorrere al veterinario? Se il gatto vomita due o tre volte al mese, senza nessun’altra conseguenza sul suo comportamento né altri sintomi, allora non c’è da preoccuparsi, si tratta delle classiche “palle di pelo”. Quando invece il vomito del gatto è frequente e si accompagna a inappetenza, diarrea o presenza di sangue, allora è bene rivolgersi ad uno specialista, in grado di indagare le cause di questi sintomi ed agire tempestivamente per curare il nostro amico peloso.

Perché i gatti vomitano?

Può capitare, specialmente quando si tratta di un cucciolo, di sentire qualche miagolio e strani rumori, seguiti dalla fuoriuscita di un liquido che può avere diversa consistenza e colore. Perché i gatti vomitano? Solitamente lo fanno perché hanno ingerito qualcosa che irrita il loro stomaco, come peli o erba, oppure nel caso di parassiti intestinali. In altri casi può dipendere da un’alimentazione eccessiva, troppo veloce o dall’aver praticato attività fisica subito dopo i pasti, soprattutto nei micetti più piccoli. In tutti questi casi il problema non è collegato a patologie gravi, ed è facilmente risolvibile cambiando le abitudini alimentari del gatto. Quando invece il vomito è ricorrente, accompagnato da letargia o dalla presenza di sangue, la causa potrebbe essere una malattia epatica, renale, una gastrite cronica, un tumore gastrico o intestinale, per cui è fondamentale portare il micio dal veterinario per una diagnosi tempestiva.

Quando il gatto vomita

Non è entusiasmante, ma è importante analizzare e indagare il vomito del gatto per poterne capire le cause. Quando il gatto vomita il rigurgito può essere di vario tipo:

  • liquido: accade quando il gatto mangia troppo in fretta o beve troppo
  • schiuma: solitamente si tratta di succhi gastrici, che accompagnano l’espulsione di peli e oggetti estranei
  • giallo: questo colore può essere collegato a un aumento della produzione di bile, causato da un cambio di alimentazione non adeguato o da un digiuno prolungato
  • marrone: solitamente le cause sono le stesse del precedente, ma è importante comprendere se sono presenti tracce di sangue
  • sangue: è preoccupante, rivolgetevi subito a un veterinario
  • fecale: se il liquido espulso ha colore e odore simili alle feci è in atto un blocco intestinale, contattate il medico.

Se vi trovate a Milano esistono cliniche e studi specializzati in grado non solo di visitare il vostro micio in breve tempo, ma anche di effettuare tutti gli esami diagnostici necessari. Potrete rivolgervi allo Studio veterinario Lo Muscio, in zona centrale, Clinica Veterinaria Sempione, vicina al Cimitero Monumentale, e la Clinica Veterinaria Isola Verde, situata nei pressi del Parco Trotter.

Potrebbe interessarti anche:

Quali cibi fanno male ai gatti

Come proteggere le piante dal gatto

Commenti

    Lascia un tuo commento