American ExpressApple PayBonifico bancarioContantiAssegnoCirrusMaestroMastercardPayPalSatispayVisaVisa Electron
Sardegna: luoghi di interesse
Viaggi e turismo

Sardegna: luoghi di interesse

Visitare la Sardegna

Redatto il:
Ultima modifica:

L’isola sarda è una tra le mete turistiche più ambite, che rendono l’Italia uno dei luoghi preferiti per le ferie estive dei turisti di tutto il mondo. Visitare la Sardegna significa scegliere una vacanza all’insegna delle spiagge sabbiose, del mare azzurro e limpido, delle piccole insenature nascoste e selvagge in contrapposizione a località turistiche mondane e frequentate dai vip. Anche se avete a disposizione pochi giorni, in Sardegna i luoghi di interesse da vedere sono numerosi. Scopriamo insieme quali sono degni di essere visti almeno una volta.

Cosa vedere in Sardegna

Le località più gettonate sono sicuramente le spiagge, ma non solo. La Sardegna è ricca anche di siti archeologici, borghi caratteristici, cale, baie, gole, grotte e isolotti. Ecco una lista di cosa vedere in Sardegna per cogliere a pieno lo spirito e le peculiarità di questa terra.

Cala Mariolu

Uno dei litorali più belli dell’isola, offre una spiaggia bianca di piccoli sassi che quasi illumina il Golfo di Orosei. È accessibile via mare e attraverso un sentiero percorribile a piedi.

Grotte di Ispinigoli e di Nettuno

Questi due rifugi naturali sono degni di una visita per la loro particolarità. Colori e forme insolite vi accoglieranno in un regno quasi magico all’interno della Grotta di Ispinigoli, mentre la Grotta di Nettuno, con le sue due arcate e la volta, è un affascinante lago alimentato dal mare da cui scorgere la spiaggia attraverso il terrazzo noto con il nome di Tribuna della Musica.

Villaggio di Tiscali

Antico villaggio costruito lungo le pareti della dolina, è un sito archeologico di epoca nuragica davvero suggestivo, visibile e accessibile attraverso un’apertura nella parete rocciosa.

Parco Nazionale dell’Arcipelago della Maddalena

Situato al largo della Costa Smeralda, è formato dalle isole di Caprera, Spargi, Santo Stefano, Budelli, Santa Maria e Razzoli. È un’area marina protetta che comprende anche la parte terrestre, ricca di bellezze naturali e dalle caratteristiche acque smeraldine.

Baia di Chia

È situata nella zona a sud ovest della Sardegna, nel golfo degli Angeli. È caratterizzata da spiagge e dune bagnate da acque cristalline e abitate da fenicotteri rosa.

Cala Goloritzè

Una delle cale più spettacolari, situata nel sud, all’interno del Golfo di Orosei. È famosa per il suo pinnacolo alto 143 metri e l’arco naturale che si staglia sulla sua destra.

Stintino

Località molto nota, a nord dell’isola, tra le sue spiagge bianche la più apprezzata è quella de la Pelosa, finissima e circondata da acque turchesi con un fondale molto basso. È simboleggiata dalla torre aragonese nel 1578, nota anche come Torre della Pelosa.

Strada Litoranea Bosa

Per chi viaggia in auto, un tratto da percorrere è quello della provinciale di Alghero, in grado di offrire panorami molto caratteristici, costituiti da scogliere che si tuffano nel mare e natura selvaggia e incontaminata.

Costa Smeralda: cosa vedere

Un discorso a parte merita la Costa Smeralda, la zona più famosa e frequentata dell’intero territorio. Meta di moltissime celebrità, questa parte dell’isola a è senza dubbio molto particolare. Acque trasparenti e numerose attrazioni turistiche popolano gli 80 km di questo litorale sito nel comune Arzachena, con tante spiagge che alternano arenili sabbiosi e scogliere rocciose. Se la vostra meta è la Costa Smeralda, cosa vedere? Ecco alcuni suggerimenti:

  • Arzachena: con le sue costruzioni nuragiche
  • Le spiagge: Cala Volpe, Canniggione, Capriccioli, la Spiaggia del Principe, Rena Bianca, Romazzino, il Golfo della Marinella, La Celvia, Liscia Ruja, Cala Granu, Piccolo Pevero, Mannena.
  • Porto Cervo: con il suo porto naturale, è una meta frequentata e conosciuta da molte celebrità, ricca di negozi e boutique blasonate
  • Porto Rotondo: un luogo celebre per la sua vita notturna mondana, ma anche per le sue bianchissime spiagge, tra cui quelle di Ira, dei Sassi e delle Alghe e Punta Asfodeli
  • Golfo Aranci: una piccola lingua di terra che si estende nel mare, offre una natura rigogliosa e incontaminata, da godere a pieno attraverso le spiagge di Cala Sabina e Spiaggia Bianca, oltre al promontorio di Capo Figari.
  • La Prisgiona: un villaggio di nuraghi complesso e di dimensioni notevoli, le cui costruzioni presentano un insolito aspetto a tholos.

Potrebbe interessarti anche:

Le spiagge più belle del sud della Sardegna

Le spiagge più belle della Costa Smeralda

Itinerario degustazione vini Sardegna

Classifica spiagge Golfo Aranci

Tour cantine Gallura

Classifica spiagge Porto Rotondo

Commenti

    Lascia un tuo commento